Bagnacavallo, alle Cappuccine l'incontro sulla perdita di memoria nell'anziano

"Mi ricordo" raccoglie gli appunti quotidiani di un figlio, il professore Claudio Conti, che ha vissuto la progressiva demenza dei suoi genitori

Venerdì alle 20.30 la sala didattica del centro culturale Le Cappuccine, a Bagnacavallo, ospiterà l’incontro Diamo voce a chi dimentica – La perdita di memoria nell’anziano, durante il quale sarà affrontato il tema delle malattie neurodegenerative e in particolare dell’Alzheimer attraverso la testimonianza contenuta nel libro Mi ricordo, scritto da Claudio Conti e pubblicato dalla casa editrice Bacchilega di Imola.

A intervenire saranno Franco Stefani, geriatra dell’Ospedale di Lugo, Pierluigi Ravagli, amministratore unico dell’Asp dei Comuni della Bassa Romagna, Miriam Di Federico del Dipartimento Cure primarie e Medicina di comunità di Ravenna e Ada Sangiorgi, assessore alle Politiche sociali del Comune di Bagnacavallo. Sarà presente la dirigente dell’Area Welfare dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Carla Golfieri. Durante la serata i lettori volontari della biblioteca Taroni leggeranno alcuni brani del libro di Claudio Conti. Ci saranno poi interventi dei rappresentanti dell’associazione Alzheimer di Lugo. L’iniziativa è promossa dal Comune in collaborazione con Unione dei Comuni, Pro Loco, centro sociale Amici dell’Abbondanza, Spi Cgil e associazione Alzheimer “Diamo voce a chi dimentica”.

"Mi ricordo" raccoglie gli appunti quotidiani di un figlio, il professore Claudio Conti, che ha vissuto la progressiva demenza dei suoi genitori. L’assistenza al padre e alla madre fa riaffiorare nell’autore alcuni ricordi ben netti, sparsi negli anni di un’infanzia povera ma felice trascorsa a Spazzate Sassatelli, una piccola frazione del comune di Imola ma terra di confine con la provincia di Ravenna e di Ferrara. Dopo la morte del padre, la madre ha aperto gli sportelli della memoria della sua giovinezza ma, sotto la spinta di una subdola e feroce demenza che l’ha sprofondata in un abisso, ha perso la cognizione del presente, per trovare rifugio nel suo passato rurale, dove episodi e personaggi escono come un cuculo dall’orologio a pendolo. La sala didattica è in via Vittorio Veneto 1/a. Un incontro analogo si terrà poi giovedì 21 marzo sempre alle 20.30 a Villanova di Bagnacavallo, presso la Sala Blu del Palazzone, in piazza Lieto Pezzi.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Crolla una casa durante i lavori: tragedia evitata, intervengono i pompieri

  • Cronaca

    Tentano il furto al supermercato: fermate da un Carabiniere che stava facendo la spesa

  • Cronaca

    Degrado al centro sportivo: "Abbandonato tra amianto e vetri rotti"

  • Cronaca

    Le piogge fanno alzare il livello di fiumi e canali: un'altra domenica di maltempo

I più letti della settimana

  • Tragico schianto alla rotonda dei Tre Ponti: l'impatto è fatale, muore una donna

  • Il maltempo non dà tregua: martedì chiudono tutte le scuole

  • Savio a rischio esondazione: "State ai piani alti o rifugiatevi nelle scuole"

  • Si schianta contro un palo e poi precipita in un fosso: in condizioni gravissime

  • Forte maltempo, i fiumi diventano 'furiosi' in tutta la Provincia

  • Alta marea al porto canale: e in serata la situazione peggiorerà

Torna su
RavennaToday è in caricamento