Musica, Mirko Casadei nelle scuole con il progetto "Ad chi sìt e fiòl?"

Grande entusiasmo a Ravenna alla scuola primaria Muratori che ha aderito al progetto “Ad chi sit e fiol?” che Mirko Casadei, in collaborazione con la Regione

Grande entusiasmo a Ravenna alla scuola primaria Muratori che ha aderito al progetto “Ad chi sit e fiol?” che Mirko Casadei, in collaborazione con la Regione, sta portando nelle scuole primarie dell’Emilia Romagna, Rimini Ravenna Modena e Reggio Emilia, con grande entusiasmo dei dirigenti scolastici, dei loro collaboratori e degli insegnanti che hanno dato grande sostegno a questa iniziativa. 

Il saggio finale si terrà a Ravenna giovedì 12 Dicembre dalle ore 11 nella palestra della scuola Muratori con l’Orchestra Casadei dal vivo, una coppia di bambini ballerini professionisti, con l’invito esteso a genitori e nonni.

Un progetto senza barriere sociali, che tutela l’importante patrimonio della musica popolare italiana e del ballo, che è molto piaciuto ai vertici della Regione Emilia Romagna. Il sottosegretario Gianmaria Manghi insieme al Presidente Stefano Bonaccini, lo hanno sposato con grande entusiasmo, concedendo il patrocinio e contribuendo ad espanderlo nella Regione.

 “Ad chi sit e fiol?” è il titolo del progetto che prende il nome dalla canzone di cui Mirko ha scritto testo e musica, colpito dall’immagine cruda di Alyan Kurdi; un’immagine simbolo della crisi umanitaria legata all’immigrazione, che ha colpito nel cuore Mirko Casadei, nonno già a 40 anni di una meravigliosa bambina, Noa.

 “Non so di chi sei figlio, ma sei mio fratello” – recita la canzone “son figlio della guerra, vengo da quella sponda, dove c’è odio e miseria e il pianto abbonda. Sono sbarcato in Italia perché mi han detto che qua, non ci sono padroni, qui si può sognar.” 

Il progetto “Ad chi sit e fiol?” si è articolato in diverse lezioni di storia della musica popolare, canto e ballo folcloristico. Mirko Casadei ha raccontato ai bambini la bellezza della musica popolare, insegnandogli con la chitarra, le canzoni della storia della dinastia Casadei. Gli strumenti a percussione sono i primi strumenti musicali a cui approcciano i bambini grazie alla simpatia del bravissimo musicista brasiliano Gil Da Silva. Poi sono intervenuti i maestri di musica Manuel Petti e Marco Lazzarini che fanno conoscere ai bambini gli strumenti della tradizione, fisarmonica, sax e clarinetto in do. Infine il maestro di ballo Paolo Semprini che ha insegnato ai bambini il ballo di coppia, nozione pedagogica molto importante per farli interagire coordinando i movimenti del corpo. 

"Ringrazio Mirko per questa iniziativa con le scuole- dice l'assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi-. Portare un messaggio di pace in questa epoca di divisioni è il dovere degli 'uomini di buona volontà' e la nostra musica è la colonna sonora di questo messaggio di pace"

 “Questo progetto è nato un po' per caso nel 2017” – racconta Mirko Casadei – “Katia, una maestra della scuola primaria di Sant’Angelo di Gatteo (FC), dopo aver sentito la canzone, mi ha cercato e mi ha proposto di cantarla nella sua scuola, la Marino Moretti di Sant’Angelo, un paesino dell’entroterra cesenate, paese che ha dato i natali a mio padre Raoul, re del Liscio e al mio prozio Secondo, fondatore dell’Orchestra Casadei. Il saggio finale lo abbiamo fatto in strada, nella rotonda dedicata a Romagna Mia, lungo la Rigossa, vicino al casello autostradale Valle del Rubicone. Abbiamo bloccato il traffico! Ma è stato molto emozionante”.

Da lì il progetto si è esteso a macchia d’olio, alla scuola primaria Saffi di Cesena, poi Longiano, Santa Maria Nuova di Bertinoro, Villamarina di Cesenatico, fino ad arrivare a Bologna, dove Mirko Casadei è stato invitato dal jazzista Paolo Fresu, che ha integrato questo progetto ad un suo progetto alla scuola primaria S. Ferrari e alla scuola primaria Cesare, entrambe a Bologna. 

Oltre Ravenna partecipano a Rimini 300 bambini di 3 plessi scolastici, a Modena oltre 250 bambini della Scuola Primaria Saliceto Panaro e a Reggio Emilia tutte le classi della scuola primaria Vincenzo Ferrari nella prima periferia della città di Reggio Emilia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto “Ad chi sit e fiol?”di Mirko Casadei ha destato l’interesse dello psicologo pedagogista emiliano Cristian Fabbi, direttore di Progettiinfanzia, Senior Fellow di UNESCO per le politiche della prima infanzia, e Consulente di UNICEF Albania per le Città Amiche dei Bambini (Child-Friendly Cities) che sta lavorando per portarlo oltre confine, partendo dall’Albania, dove sono in corso diverse esperienze a favore dei bambini a cura di Unicef.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento