Tatuaggi: scegliere il tatuatore con lo stile "giusto"

Il tatuaggio non passa mai di moda: fin dall'antichità giovani e adulti hanno deciso di "disegnare" la loro pelle seguendo stili e mode sempre diverse

Il tatuaggio è personale e distintivo, un simbolo della propria persona. Intere generazioni, fin dall'antichità si sono rivolte ad artisti esperti in quest'arte per imprimere sul proprio corpo un disegno, una scritta e, perchè no, un'opera d'arte.

Ma da dove si parte per la scelta del tatuatore. Un bel problema, in effetti, perché sul mercato troviamo un enorme elenco di professionisti a cui affidare la propria pelle. E dato che vogliamo segnare il nostro corpo con un tratto indelebile e che ci caratterizza per la nostra vita, è necessario scegliere un abile artista per non rimanere delusi dopo essere usciti dallo studio.

Come scegliere un tatuatore?

Il punto di partenza per la scelta del tatuatore a cui affidarsi deve essere lo stile del tatuaggio che vogliamo fare. Si, perché esistono più scuole di pensiero sul tattoo e molti stili diversi. Qui di seguito abbiamo tracciato brevemente le caratteristiche degli stili più classici e maggiormente in voga al momento.

Minimal:

Piccole gemme nascoste in corpi tatuati, ovvero tattoo molto piccoli dal design solitamente delicato ed elegante. Lo stile minimal è per le persone dal gusto sensibile e raffinato. La cosa bella dei minimal tattoos è che si può riempire il corpo senza dover spendere troppo per ciascun tatuaggio e non dovendo lasciare.

Black:

Lo stile stile blackout, blackwork, ornamentale, definito dal colore nero. Ciò che c’è di più vicino al fashion, soprattutto quando si parla di pezzi total black, ovvero parti intere del corpo come schiena, petto, braccia e polpacci.

Lettering:

Ovvero tatuaggi con scritte. La bellezza dello stile tattoo lettering è la sua incredibile versatilità. Si possono scrivere frasi di tutti i tipi e utilizzare altrettanti font. Il tatuaggio lettering è per i più romantici, per le persone che credono fortemente in alcuni valori o sono legati  a una frase, parola, testo.

Watercolor:

I watercolor si ispirano alla tecnica ad acquerello impiegata da pittori sensazionali come William Turner, Cozens e i maestri dell’impressionismo Cézanne, Gauguin, Manet, Degas. Uno stile non facile da realizzare ma che può regalare grandissime soddisfazioni. Un tattoo astratto che impiega la tecnica watercolor può sembrare un vero e talmente realistico da essere una vera opera d’arte sulla pelle.

Realistico:

Il tatuaggio realistico è sicuramente uno dei più belli e difficili da realizzare; soltanto gli artisti dal tratto impeccabile possono cimentarsi in questo stile. La cura dei particolari, come le rughe di un volto, le crepe della pelle, la tensione dei muscoli, la lucentezza di un occhio, deve essere a dir poco maniacali per dare l’effetto di profondità e quasi di fotografia.

Old School:

Lo stile che oggi è considerato della “vecchia scuola” e che sta tornando alla ribalta negli ultimi anni, deriva dal passato, ma è molto meno antico di come possa sembrare. I tatuaggi Old school in senso vero e proprio hanno la loro origine e massima diffusione nel secondo dopo guerra. Negli anni ’50 i marines americani erano considerati veri e propri eroi del nostro mondo e il loro stile divenne una moda che impazzava nell’abbigliamento e nelle locandine pubblicitarie dove l’icona per eccellenza erano le pin up che gli avevano tenuto alto il morale durante la stessa guerra. I temi del mare vengono rivisitati e reinterpretati, così come le donnine in stile ’50.

Oriental:

Uno dei più classici, si ispira all’arte orientale e alle figure cinesi, giapponesi o indiane. Luoghi dove il tatuaggio è una vera e propria arte figurativa. Geishe, carpe, Ganesh, ideogrammi e immagini mitologiche sono alla base di questo stile che si esalta al massimo livello se realizzato con colori vivi e intensi.

Sketch: 

O per meglio dire “tatuaggi bozza” è uno degli stili che ultimamente sta spopolando e uno degli ultimi trend del momento. Quando viene commissionata un’idea ad un tatuatore, il primo passo per realizzarla è proprio quello di creare una bozza su carta per capire come potrebbe risultare il tattoo sul cliente. Il passo successivo è quello di raffinare lo sketch e rendere il disegno un’idea più rifinita. Molti amanti dell’inchiostro e dell’arte però, vogliono che i propri tattoo rimangano in questa fase di “preparazione” ovvero “Sketch” per far si che possano differenziarsi dagli altri. Le ispirazioni per questo tipo di tattoo derivano dalle belle arti, possono rappresentare momenti quotidiani, studi sugli oggetti o sugli animali. La creatività per questo stile è illimitata.

Dunque non resta che scegliere lo stile che più ci piace e cercare il tatuatore nella nostra città che meglio possa mettere a fuoco e bianco su nero la nostra idea prima di imprimerla per sempre sulla nostra pelle.

Ecco alcuni tatuatori di Ravenna:

Il Cobra e la Luna - Via Ugo Bassi, 4/a

Wonderland Tattoo & Piercing - Via Alfredo Baccarini, 22

Ink Klub Tattoo Shop - Via Maggiore, 114

Alex Tattoo - Viale Stazione, 18 (Alfonsine)


Prodotti che potrebbero servirci per un tattoo:

Crema lenitiva idratante per la cura del tatuaggio 

Macchina del tatuaggio semi-permanente

100 anni di tattoos. La storia del tatuaggio dal 1914 a oggi

Tatuaggio temporaneo

Potrebbe interessarti

  • Come avere labbra carnose e sensuali senza ricorrere alla chirurgia estetica

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento