Affitti e nuovi canoni concordati: tutte le modifiche

Ora sarà anche possibile locare porzioni di immobile con le modalità a canone concordato

Il nuovo accordo per i Contratti di tipo concordato applicabile nel Comune di Ravenna, così come previsto dal Decreto Ministeriale 16/01/2017, oltre ad una revisione delle tabelle che prevedono un intervallo più ampio per la contrattazione tra minimi e massimi, introduce anche possibili maggiorazioni del canone in base alla classe energetica e arredamento dell'edificio. Ora sarà anche possibile locare porzioni di immobile con le modalità a canone concordato. Il D.M. e l'accordo introducono anche prassi di attestazione della regolarità dei contratti di tipo concordato da parte di almeno una delle associazioni firmatarie dell'accordo. La parte normativa e gli interventi sulle tabelle di contrattazione seguiranno un analogo percorso per tutti i comuni della Provincia di Ravenna. Una prima illustrazione sarà fatta a cura di Asppi e Confesercenti Venerdì 10 alle ore 20,30 presso la Sala Conferenze della Confesercenti in piazza Bernini 7. Interverranno Silvio Piraccini, presidente Asppi Ravenna, Alberto Gualdrini, presidente provinciale Anama-Confesercenti (sindacato Agenzie di Mediazione), l'avvocato Silvia Maroni su "Le nuove prassi dei Canoni concordati", l'avvocato Sandra Stella su "Le modalità di attestazione" e l'avvocato Renzo Chiarelli su "I canoni di locazione commerciale". A seguire domande e chiarimenti.Le conclusioni saranno a cura dell'onorevole Alfredo Zagatti, presidente nazionale Asppi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il segreto per un sistema di illuminazione intelligente

  • Albero di Natale: meglio quello vero o quello finto?

  • Natale in sicurezza: come fare l'albero e addobbare casa senza rischi

  • Tante idee per creare un vero Giardino di Natale

Torna su
RavennaToday è in caricamento