10 anni di 'Io non rischio': scolaretti a lezione dalla Protezione Civile

Oltre all’allestimento delle aule didattiche all’aperto mediante montaggio di tende gazebo tavoli e panche, nel corso della giornata avverrà la piantumazione di un albero, un prugno rosso di 2,5 metri

Tra i compiti della Protezione Civile uno dei più importanti, per quanto riguarda la prevenzione di incidenti e la capacità di gestirli, è la formazione e informazione sull’attività svolta a beneficio della popolazione e in particolare dei più giovani. “Io non rischio” è una manifestazione dedicata al tema della scuola sicura in cui, grazie all’impegno alla disponibilità dei volontari del Nucleo Volontari di Protezione Civile di Russi, gli studenti e le insegnanti delle classi quinte delle scuole elementari di Russi, Godo e San Pancrazio avranno l’opportunità di seguire lezioni informative relative a esercitazioni ed emergenze di protezione civile, animazioni sempre in tema di emergenze, prove pratiche e uno speciale “intervento a sorpresa”.

L’iniziativa, organizzata dal Nucleo Volontari di Protezione Civile di Russi, si svolgerà mercoledì 22 maggio dalle ore 9.00 alle ore 15.30 presso la scuola elementare di Russi, in via Don Minzoni 17, nell’area verde Bucci situata sul retro della scuola, e vedrà la partecipazione di circa 150 persone quali i volontari di Russi, Pubblica Assistenza Russi, Polizia Municipale Russi, Agesci volontariato Forlì e Ravenna, Aaricb radioamatori Lugo, Croce Rossa Italiana unità cinofila Cervia, Coordinamento Provinciale Volontari Protezione Civile, Lance Cb Cervia e Gives Bagnara.

Oltre all’allestimento delle aule didattiche all’aperto, alla presenza degli studenti, mediante montaggio di tende gazebo tavoli e panche, nel corso della giornata avverrà la piantumazione di un albero, un prugno rosso di 2,5 metri, dalla doppia valenza: come celebrazione del decennale della manifestazione e come gesto solidale nei confronti del Trentino, dove lo scorso novembre il Nucleo Volontari di Protezione Civile di Russi ha preso parte agli interventi di soccorso resisi necessari in seguito alla caduta di migliaia di alberi abbattuti da vento e pioggia.

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Omicidio stradale, fermata una ragazza accusata di aver lasciato morire un 25enne

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Investito e lasciato morire: fissata l'autopsia, giovane accusata di omicidio stradale

Torna su
RavennaToday è in caricamento