A Ravenna la prima Winter school sull'off-shore

Tutti gli imprenditori presenti, nonché rappresentanti di realtà industriali del territorio, hanno espresso forte apprezzamento e dato piena disponibilità a partecipare a discussioni e tavoli di lavoro per diventare parte attiva nella realizzazione del progetto.

Si terrà dal 9 al 20 marzo a Ravenna la prima Winter school dedicata al tema dell’Off Shore organizzata dal Dipartimento di Ingegneria civile, chimica, ambientale e dei materiali (Dicam). La scuola, aperta a studenti ma anche a professionisti del settore, sarà il primo passo nel percorso promosso dal Dicam per portare a Ravenna una vera e propria laurea magistrale in Off-Shore. Il progetto vedrà una tappa intermedia che prevede l’introduzione di un curriculum accademico specifico sull’Off-Shore a Ravenna.

Questo il tema oggetto dell’incontro che si è tenuto questa mattina in Municipio a Ravenna a cui hanno partecipato, accanto a Comune, Dipartimento di Ingegneria e Fondazione Flaminia, che sono enti promotori del progetto, numerose realtà imprenditoriali locali tra cui Confindustria, Camera di Commercio, Rosetti Marino, Techno, Cosmi, Crea, Omc, Roncuzzi & Associati, Abr Impianti. Scopo dell’ incontro, come ha spiegato Francesco Ubertini, direttore del Dicam, è stato di condividere il progetto e raccogliere indicazioni da parte delle aziende e realtà imprenditoriali locali sui contenuti di questa nuova presenza universitaria a Ravenna nel settore dell’Off-shore.

“Si tratta di un’opportunità da non perdere - ha sottolineato il vicesindaco Mingozzi –. Il settore dell’Off -Shore è uno dei più significativi e strategici per l’economia del territorio e l’università è disponibile a farsi interprete delle esigenze del tessuto produttivo su questo fronte”. All’incontro è stato illustrato anche il ruolo del neonato Centro per l’ingegneria e sistemi marini Comse), espressione delle maggiori competenze nel settore Off Shore, creato nell’ambito del Dicam allo scopo avviare iniziative didattiche di cui la winter school sull’Off Shore è una prima espressione, ma anche progetti in sinergia con le imprese e il territorio.

Tutti gli imprenditori presenti, nonché rappresentanti di realtà industriali del territorio, hanno espresso forte apprezzamento e dato piena disponibilità a partecipare a discussioni e tavoli di lavoro per diventare parte attiva nella realizzazione del progetto.