Cervia, una task force contro l'abusivismo: 30 agenti pattuglieranno tutti i giorni l’arenile

Per migliorare il presidio ci saranno anche 4 gazebo mobili sulla spiaggia che saranno un punto di appoggio operativo per la Pm, forze dell’ordine ma anche per fornire informazione ai turisti

Un investimento senza precedenti. E' una vera e propria task-force quella messa in campo dall'amministrazione comunale di Cervia per fronteggiare il fenomeno dell'abusivismo commerciale sull'arenile. Si passa dai 9 agenti dell’estate scorsa ai 31 di quella imminente, che, suddivisi per turni, pattuglieranno tutti i giorni la spiaggia di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata. Questo numero è stato possibile raggiungerlo grazie anche al contributo di 120mila euro in due anni della Coop Bagnini.

Per migliorare il presidio ci saranno anche 4 gazebo mobili sulla spiaggia che saranno un punto di appoggio operativo per la Pm, forze dell’ordine ma anche per fornire informazione ai turisti. Altro elemento fondamentale dell’operazione fatta di concerto con la Prefettura di Ravenna, le Forze dell’Ordine, le associazioni di categoria, cooperativa bagnini e altre istituzioni è la sensibilizzazione dei turisti per evitare che comprando possano alimentare il fenomeno d’illegalità attraverso la sottoscrizione di un accordo.  Saranno dunque confermate le sanzioni educative per chi compra prodotti o servizi come ad esempio massaggi o treccine. La sanzione è da 25 e l’ordinanza comunale balneare stabilisce l’obbligo di affiggere il cartello che informa del divieto d’acquisto, in tutte le passerelle verso il mare degli stabilimenti.

Altro versante importante sono gli strumenti giuridici che l’amministrazione ha predisposto, con apposite ordinanze del Sindaco: particolare attenzione si è posta a quelle attività regolari che fungono da punto di partenza e magazzino di merce spesso di scarso valore. Sovente sono degli empori etnici. Se le forze dell’ordine verificano essere coinvolte nella vendita abusiva, il sindaco potrà chiuderle fino anche a 20 giorni.  Altro versante di contrasto riguarda le auto parcheggiate dai venditori nei pressi dell’arenile utilizzate come deposito mobile, queste potranno essere rimosse ed il materiale eventualmente confiscato. Altro fronte di tolleranza zero riguarda le case dormitorio affittate ai venditori abusivi che vi dormono a decine. Scatta la sanzione al proprietario dell’immobile di 500 euro a persona in più rispetto al consentito e lo sgombero forzato.

"E’ un’ operazione e uno sforzo per l’amministrazione comunale senza precedenti – dichiarano il sindaco Luca Coffari e l’assessore alla Sicurezza Gianni Grandu - che contiamo si tramuti in una forte diminuzione del fenomeno dell’abusivismo commerciale ed una maggiore sicurezza in spiaggia. Ormai il fenomeno dell’abusivismo commerciale ha assunto una portata enorme e non più tollerabile sia da turisti che operatori, abbiamo quindi predisposto questo piano straordinario che per riuscire al massimo ha bisogno della collaborazione di tutti: i turisti non debbono più comprare e le forze dell’ordine devono collaborare insieme alla Polizia Municipale per implementare l’azione di contrasto. A tal fine ci siamo resi anche disponibili ad ospitare pagando vitto ed alloggio a corpi specializzati di Carabinieri e Polizia. Ovviamente la squadra di agenti anti abusivismo opererà in spiaggia, in divisa e in borghese, ed anche nei centri delle nostre 4 località, specie nelle ore serali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

Torna su
RavennaToday è in caricamento