Aggredito con un coltello in discoteca, cambia l'accusa: "Fu tentato omicidio"

Tutto ebbe inizio a ottobre 2015 in una discoteca di Conselice, quando un gruppo di stranieri si presentò nell'area bar pretendendo un'ulteriore consumazione gratuita

Tutto ebbe inizio a ottobre 2015 in una discoteca di Conselice, quando un gruppo di stranieri si presentò nell'area bar pretendendo un'ulteriore consumazione gratuita dopo aver usufruito della drink card. La barista che si trovava dietro il bancone si rifiutò di servire da bere, innescando la reazione del gruppo. Uno di loro afferrò una bottiglia dal bancone, con l'intento di sottrarla. A quel punto intervenne un 30enne di Lavezzola in difesa della barista, finendo circondato dal branco e aggredito con pugni e addirittura alcune coltellate.

Sanguinoso episodio in discoteca: 30enne aggredito a colpi di lama

I responsabili, due ragazzi albanesi di 23 e 27 anni domiciliati a Massa Lombarda e rintracciati dai Carabinieri di Conselice nel giro di pochi giorni, furono denunciati con le accuse di rissa e lesioni personali aggravate. Ma giovedì mattina, in Tribunale, il pubblico ministero Alessandro Mancini ha aggravato l'accusa modificando il capo d'imputazione, e ora i due ragazzi dovranno rispondere di tentato omicidio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento