Aggredito con un coltello in discoteca, cambia l'accusa: "Fu tentato omicidio"

Tutto ebbe inizio a ottobre 2015 in una discoteca di Conselice, quando un gruppo di stranieri si presentò nell'area bar pretendendo un'ulteriore consumazione gratuita

Tutto ebbe inizio a ottobre 2015 in una discoteca di Conselice, quando un gruppo di stranieri si presentò nell'area bar pretendendo un'ulteriore consumazione gratuita dopo aver usufruito della drink card. La barista che si trovava dietro il bancone si rifiutò di servire da bere, innescando la reazione del gruppo. Uno di loro afferrò una bottiglia dal bancone, con l'intento di sottrarla. A quel punto intervenne un 30enne di Lavezzola in difesa della barista, finendo circondato dal branco e aggredito con pugni e addirittura alcune coltellate.

Sanguinoso episodio in discoteca: 30enne aggredito a colpi di lama

I responsabili, due ragazzi albanesi di 23 e 27 anni domiciliati a Massa Lombarda e rintracciati dai Carabinieri di Conselice nel giro di pochi giorni, furono denunciati con le accuse di rissa e lesioni personali aggravate. Ma giovedì mattina, in Tribunale, il pubblico ministero Alessandro Mancini ha aggravato l'accusa modificando il capo d'imputazione, e ora i due ragazzi dovranno rispondere di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento