All'istituto Oriani la biblioteca "rinasce" grazie agli studenti

Gare di lettura, concorsi, catalogazione, formazione al centro di un progetto del Dipartimento di Lettere

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Il nuovo anno si apre all’Istituto Oriani con novità culturali qualificanti. La biblioteca d’Istituto è al centro di un progetto curato dal Dipartimento di Lettere, il cui obiettivo è quello di restituire piena funzionalità ed efficienza a uno spazio che fa tesoro di un interessante e corposo patrimonio librario (diverse migliaia di volumi), attraverso un lavoro sinergico di studenti e docenti per verificare la consistenza del fondo e la schedatura completa. Si conta di realizzarlo nell’arco di cinque anni, riesaminando quanto in possesso tra romanzi di formazione, classici, racconti storici, libri d'avventura e realizzando nel frattempo una serie di iniziative di avvicinamento alla lettura.

Un vero e proprio itinerario didattico, dunque, utile a perseguire alcuni degli obiettivi di apprendimento previsti dalle indicazioni nazionali e rilevati come necessità anche dall'Istituto. Le attività previste per quest’anno sono cominciate con alcune ore di formazione per i docenti interni di Lettere, strutturate da Teresa Maria Federici, docente dell’Istituto nonché bibliotecaria presso la Biblioteca Malatestiana Ragazzi di Cesena, che ha spaziato tra cenni di bibliografia e biblioteconomia e mission, funzioni, direttive Miur e opportunità delle biblioteche scolastiche. Contestualmente Annunziata Trivisone, docente di Grafica, ha coinvolto gli alunni della 2A e 2B dell’indirizzo Grafico nella elaborazione di un logo per la biblioteca, scelto per votazione dagli studenti stessi tra alcune proposte.

"È un’esperienza valida – commenta Barbara Vernia, promotrice del progetto –, per trasferire ai ragazzi competenze tecniche e progettuali, anche in relazione a prossime competizioni, che stimolano ancor di più se legate all'ambiente scolastico, in quanto accrescono il senso di appartenenza". Stampato il logo vincitore sul materiale per la schedatura, le classi prime saranno successivamente coinvolte nel delicato lavoro di nuova schedatura, mentre per tutte le altre classi inizierà a breve la gara di lettura su testi cartacei e in parte reperibili liberamente in rete. Non viene meno la sperimentazione della ricerca sul web delle numerose risorse.

Torna su
RavennaToday è in caricamento