Alla Lega Navale sbarcano i primi contenitori per la campagna plastic free

I contenitori sono distinguibili dagli altri per la particolare grafica che li ricopre, volta a promuovere lo slogan della campagna, ma anche a indicare che sono riservati ai rifiuti raccolti in mare

Sono stati consegnati lunedì mattina presso la sede della Lega Navale, in via Molo Dalmazia 101 di Ravenna, i primi contenitori per la raccolta dei rifiuti marini e della plastica in particolare. Alla consegna, che rappresenta un primo passo concreto per la promozione di azioni mirate alla salvaguardia dell’arenile e del mare, erano presenti l’assessore al Turismo del Comune di Ravenna Giacomo Costantini, il delegato della Lega Navale Nazionale Ivo Emiliani, il presidente della Guardia Costiera Ausiliaria Ivo Angelini e il responsabile dei servizi ambientali Hera di Ravenna Gianluca.

L’iniziativa fa parte della campagna #Ilmaredicebasta, avviata ufficialmente il 3 luglio scorso con la sottoscrizione dell’accordo triennale di collaborazione fra Gruppo Hera, Comune di Ravenna e la Cooperativa Spiagge Ravenna per l’adesione alla campagna Plastic Free del Ministero dell’Ambiente. L’accordo intende promuovere azioni per sensibilizzare l’opinione pubblica e gli operatori contro la pratica diffusa dell’abbandono dei rifiuti in mare (marine litter), fenomeno di portata mondiale ma che può essere contrastato anche con azioni di portata locale che, se moltiplicate in un circuito virtuoso, possono avere effetti significativi. Le attività contenute nel documento riguarderanno le tre stagioni balneari 2019, 2020 e 2021 e consentiranno ai tre partner di collaborare, ognuno per le proprie specificità e competenze, per favorire livelli di alta tutela ambientale anche nei periodi di maggiore afflusso turistico.

Nel rispetto degli impegni assunti, Hera consentirà il conferimento della plastica e di altri rifiuti raccolti in mare da parte dei pescatori e dei navigatori diportisti, in specifici contenitori, 15 in tutto, che dai prossimi giorni saranno collocati presso le sedi della Lega Navale di Ravenna, del Cestha (Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat) di Ravenna e delle Cooperative Luigi Penso e La Fenice di Cervia. I contenitori sono distinguibili dagli altri per la particolare grafica che li ricopre, volta a promuovere lo slogan della campagna, ma anche a indicare che sono riservati ai rifiuti raccolti in mare.

Hera ha inoltre consegnato alla Lega Navale una prima fornitura di attrezzature a supporto delle attività per la raccolta di plastica e altri materiali in mare. Questa iniziativa è nata da un’idea di HeraLAB, il laboratorio di idee attivo a Ravenna dal 2013 che coinvolge vari stakeholder del territorio al fine di promuovere idee e soluzioni volte a migliorare la sostenibilità ambientale e sociale dei servizi erogati ai cittadini. In particolare, si tratta di un progetto sperimentale che prevede, nell’ambito di un Accordo con l’Autorità di Sistema Portuale di Ravenna del Mare Adriatico centro-settentrionale, una collaborazione fra Hera e i vari soggetti aderenti (Associazioni di pescatori di Ravenna e di Cervia e Circoli di navigatori diportisti), che intendano fornire il proprio concreto contributo per la raccolta dei rifiuti in mare.

ilmaredicebasta (2)-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • Prima rovina un'auto durante una manovra, poi investe il proprietario e scappa: il pirata è un nonnino di 86 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento