Attacco hacker al porto: "Nottata in azienda per ripristinare i pc, ma nessun riscatto"

Martedì pomeriggio il virus informatico Petya, che in poche ore si è diffuso a macchia d’olio in tutta Europa, ha colpito anche alcune imprese del porto di Ravenna, tra le quali Sapir e Tcr

Qualche disagio legato ai container, ma nessun grosso problema rilevato. Martedì pomeriggio il virus informatico Petya, che in poche ore si è diffuso a macchia d’olio in tutta Europa, ha colpito anche alcune imprese del porto di Ravenna, tra le quali Sapir e Tcr, il Terminal container Ravenna controllato dalla stessa Sapir. Tuttavia non sono stati riscontrati particolari problemi nelle due aziende. "Abbiamo reagito molto bene attivando subito i sistemi di backup - spiega il presidente di Sapir Riccardo Sabadini - che ci hanno consentito di ripristinare tutto in tempi molto brevi. Questo grazie al lavoro dei nostri tecnici informatici, che hanno passato la notte in azienda per risolvere il problema. Qualche disagio c'è stato soprattutto per quanto riguarda i container che sono legati a un sistema informatizzato, perchè questo virus non permette la lettura dell'hard disk, ma non ci risulta siano stati chiesti riscatti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento