Bagnacavallo, verso un vero e propripo campus in via Togliatti-via Cavour

è questo uno degli obiettivi fondamentali previsti nel piano delle grandi opere che la Giunta di Bagnacavallo proporrà al Consiglio comunale in sede di approvazione del prossimo bilancio

Ridefinire tutto il comparto urbano che va dal parco di via Togliatti a via Cavour per rimarcarne e rafforzare la vocazione scolastica, sportiva e aggregativa, in particolare per i giovani: è questo uno degli obiettivi fondamentali previsti nel piano delle grandi opere che la Giunta di Bagnacavallo proporrà al Consiglio comunale in sede di approvazione del prossimo bilancio.

«Lavoriamo per una realizzazione innovativa che contribuisca a definire in modo avanzato un comparto urbanistico strategico per la nostra città – spiega il sindaco Laura Rossi – pensando a una sorta di campus per Bagnacavallo. Ciò è coerente con le finalità del piano degli investimenti 2014-2016 che si concentra su cinque filoni fondamentali: qualificazione degli edifici scolastici, percorsi sicuri per ciclisti e pedoni, messa in maggiore sicurezza e qualificazione energetica degli edifici comunali, manutenzioni del patrimonio pubblico, interventi per rendere la viabilità più scorrevole e sicura. Ci siamo chiesti quale idea di futuro e di sviluppo occorra delineare per un Paese che vuole uscire dalla crisi. La risposta è stata netta: l'intervento pubblico deve essere finalizzato a un impegno di qualificazione, prima di tutto della scuola, a una maggior efficienza e al risparmio energetico, alla riduzione delle fonti inquinanti, alla sicurezza, alle opportunità per tutti e alla creazione di lavoro. Se il pubblico investe su questi temi, si innesca un circuito virtuoso che stimola privati e altri enti a fare altrettanto. Si tratta di un piano ambizioso per un piccolo Comune, ma compatibile con la capacità di finanziaria di questo ente, resa possibile grazie alla buona e virtuosa gestione dei soldi dei cittadini e dei bilanci.»

L'idea messa in campo dalla Giunta si concretizzerà in tre progetti che dovranno maturare in sinergia. Il primo, il più impegnativo, è il rifacimento della scuola media di Bagnacavallo, valutando anche il possibile rifacimento del palazzetto dello sport. «La scelta di questo intervento ha motivazioni semplici quanto importanti – sottolinea il sindaco –. C'è bisogno di una scuola nuova e moderna. Oggi la scuola media di Bagnacavallo è l'edificio che ha più problemi di superamento delle barriere architettoniche, di dispersione energetica, di funzionalità, e di antisismica. Il costo dell'adeguamento dell'attuale sede e del palazzetto dello sport si aggira attorno ai 3 milioni di euro. Da qui la scelta di realizzare un nuovo edificio pensato per le esigenze formative del futuro. Una struttura che utilizzando le più moderne tecnologie garantisca il minimo impatto ambientale ed energetico, sia antisismica, senza barriere architettoniche e più funzionale per chi ci lavora e studia."

La seconda proposta prevede di esaminare e rivisitare tutto il comparto urbanistico che va dal parco di via Togliatti a via Cavour, allo scopo di disegnare le possibili connessioni fra le attività scolastiche e sportive e le opportunità di aggregazione del parco, la possibilità di iniziative culturali e le opportunità offerte da questo polmone verde come crocevia del percorso ciclabile di tutto il comune.
«La terza proposta - prosegue il sindaco - è la più caratterizzante per il lavoro di questa amministrazione di sinistra. In sostanza, tutto questo progetto dovrà nascere e svilupparsi attraverso un processo partecipato che coinvolga la scuola (docenti, genitori e studenti), l'associazionismo sportivo e i cittadini. Pensiamo a un importante laboratorio che abbia l'obiettivo di coniugare le esigenze moderne di una comunità che investe su scuola e sport con gli obiettivi di risparmio energetico, accessibilità, funzionalità e sicurezza degli edifici.
Questo percorso – conclude il sindaco – dovrà partire nei prossimi mesi e dovrà essere in grado di intercettare, oltre ai 4 milioni di euro stanziati dal Comune nel piano degli investimenti, fondi di altri enti e risorse messe a disposizione da attività private che in quel comparto potranno svilupparsi.»

Potrebbe interessarti

  • Case popolari: tutte le informazioni utili per il Comune di Ravenna

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

  • Viaggiare sicuri, ecco i trucchi per combattere il caldo in in auto

  • Le 10 cose da fare prima della fine dell'estate

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Macabro ritrovamento nell'abitazione in centro: uomo trovato in un lago di sangue

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Tragedia in autostrada: si scontra contro un'auto, muore motociclista

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

  • La vedova di Vigor Bovolenta Federica Lisi riscopre l’amore: "Sono molto serena"

Torna su
RavennaToday è in caricamento