'Bassa Romagna Mia, terra di cuore': una serata per promuovere il territorio

Un momento conviviale di confronto sulla strategia di promozione territoriale e turistica della Bassa Romagna con un focus sui temi dell’identità e della narrazione attraverso l’uso di strumenti innovativi

Si è tenuta martedì sera, nella splendida cornice di Piazza Nuova a Bagnacavallo, l’iniziativa “#Bassaromagnamia Terra di cuore – Promuovere, valorizzare e raccontare il territorio con gli strumenti della contemporaneità”, un momento conviviale di confronto sulla strategia di promozione territoriale e turistica della Bassa Romagna con un focus sui temi dell’identità e della narrazione attraverso l’uso di strumenti innovativi.

Molti gli interventi che si sono susseguiti nel corso della serata, a partire dal saluto di Eleonora Proni, che ha fatto gli onori di casa in qualità di Sindaco di Bagnacavallo e di Nicola Pasi, referente della promozione turistica dell’Unione dei Comuni nella scorsa legislatura, che ha seguito e supportato le attività di realizzazione dei nuovi strumenti di promozione territoriale presentati ieri sera al pubblico. Molto interessante la presentazione di Emilio Casalini, giornalista Rai e scrittore (di recente ha pubblicato il libro "Rifondata sulla Bellezza"), che ha illustrato ai presenti come spesso il difetto maggiore delle bellezze italiane sia proprio l’incapacità di non saperle raccontare, a partire dalla mancata individuazione e valorizzazione dei dettagli.

A seguire, Nadia Carboni, dirigente del Servizio Promozione Territoriale, Comunicazione e Progetti Euuropei della Bassa Romagna e Raffaella Costa, Responsabile della Promozione Turistica dell’Unione hanno presentato la strategia e gli strumenti di promozione del territorio su cui i rispettivi servizi hanno lavorato negli ultimi due anni con l’obiettivo di costruire una rinnovata brand identity basata sull'integrazione dell’offerta territoriale allo scopo di ottenere più interesse, più appeal, più visibilità, in sinergia con gli obiettivi della Destinazione Turistica Romagna, di cui la Bassa Romagna fa parte. Tra le azioni messe in campo sono stati ricordati la brochure di promozione del cartellone unico di eventi che giunta alla seconda edizione porta sul territorio e sulla riviera le iniziative che più caratterizzano la Bassa Romagna ; l’investimento fatto sui social media, grazie alla creazione di una redazione diffusa che coinvolge i responsabili della comunicazione di tutti i Comuni e che ha permesso di rendere le pagine facebook dell’Unione e dei comuni più accattivanti e ricche di contenuti; l’apertura del canale instagram attraverso il quale coinvolgere gli utenti, in particolare i più giovani, nel racconto e nella promozione del territorio anche grazie a contest dedicati; e infine il festival “Terrena, tracciati di land art in Bassa Romagna” che giunto alla seconda edizione racconta e promuove il territorio attraverso l’incontro tra arte e natura.

È stata poi la volta di Cecilia Pedroni, Digital Strategist di Happy Minds che ha illustrato lo studio e il processo creativo che ha portato alla creazione del nuovo marchio Bassa Romagna mia, Terra di cuore, che identifica la dimensione turistica del territorio e che rappresenta anche un nuovo modo di raccontare la Bassa Romagna e ciò che ha da offrire. A seguire Pedroni ha presentato al pubblico il nuovo sito di promozione turistica della Bassa Romagna; Riccardo Piana, regista cinematografico ha infine mostrato in anteprima il video di promozione territoriale realizzato dallo studio 3Pix di Fusignano con taglio cinematografico e con gli attori professionisti, Miriam Podgornik e Dario Nipoti, selezionati nell’ambito di un casting pubblico qualche mese fa. In chiusura l’Assessore al Commercio e al Turismo della Regione Emilia Romagna, Andrea Corsini ha molto apprezzato il lavoro di territorio presentato dalla Bassa Romagna, ribadendo come quanto realizzato rientri a pieno nella strategia complessiva promossa dalla Destinazione Romagna e di quanto si stia cercando di fare, anche a livello regionale per lo sviluppo del turismo in Emilia-Romagna. Ha sottolineato infine, anche in relazione agli interventi che lo hanno preceduto, come sia necessario ampliare il concetto di “attrattività” che oltre alla dimensione turistica deve necessariamente ricomprendere anche la dimensione produttiva e di attrazione di capitali: soltanto lavorando in modo sinergico sul fronte sia culturale che sociale che economico è possibile creare valore e indotto. Bassa Romagna mia è un progetto dei Servizi Promozione Territoriale, Comunicazione e Progetti Europei e Promozione Turistiche dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, realizzato con il contributo della Destinazione Turistica Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

Torna su
RavennaToday è in caricamento