Bocconi avvelenati nei parchi cittadini: "Dove sono le fototrappole promesse?"

Continuano le segnalazioni di bocconi sospetti nei parchi e aree cani cittadine

Continuano le segnalazioni di bocconi sospetti nei parchi e aree cani cittadine. E’ di qualche giorno fa la notizia del ritrovamento di diversi cartelli affissi dalla Polizia Locale nella zona del parco Antico Lazzaretto per avvisare i padroni dei cani di quanto avvenuto. Infatti, all’interno dell’area verde, un cane sembra abbia trovato un boccone sospetto, presumibilmente avvelenato e lo abbia ingerito, costringendo poi il padrone a ricorrere alle cure veterinarie del caso.

"Questo è solo l’ultimo dei tanti episodi verificatisi nel territorio cittadino, che rappresenta un serio rischio oltre che per gli animali stessi anche per la popolazione umana, in particolare per i bambini che accidentalmente potrebbero venirne in contatto - spiegano i consiglieri Federica Mariani (CambieRà), Barbara Brusoni, Mauro Bertolino (Forza Italia), Anna Greco (Lega), Maurizio Gaudenzi (Lega) e Stefano Donati (Lista per Ravenna) - Proprio per contrastare questo fenomeno, che ha fatto registrare già diversi episodi nella città di Ravenna, il Consiglio Territoriale del Centro Urbano nel 2018 ha approvato un ordine del giorno presentato dal capogruppo di Lista per Ravenna Stefano Donati e approvato con votazione unanime. Successivamente, il Consiglio Comunale di Ravenna ha approvato all'unanimità un ordine del giorno presentato da Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna e Idio Baldrati del Pd sul tema dell'installazione di "fototrappole contro la diffusione di bocconi avvelenati". L’utilità, la funzione deterrente e di contrasto di tali dispositivi, insieme alla obbligatoria installazione nei luoghi di utilizzo di cartelli contenenti la dicitura “area videosorvegliata”, è innegabile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ad oggi, tuttavia, a distanza di quasi un anno dalla relativa approvazione da parte del Consiglio Territoriale del Centro Urbano e a distanza di quasi sei mesi dall’approvazione da parte del Consiglio Comunale, l’attuazione di tale ordine del giorno sembra essere rimasta in un cassetto, almeno dalle informazioni in nostro possesso - proseguono i consiglieri - Tale tecnologia, sarebbe, infatti, utilizzata, in via sperimentale unicamente per contrastare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Un tale utilizzo non ne esclude certo un altro dal momento che tali dispositivi, al contrario delle classiche telecamere, essendo semovibili, possono essere collocati e spostati secondo le esigenze nelle zone più sensibili o a rischio di reati e infrazioni. Chiediamo, dunque, che venga data attuazione concreta a quanto (già) a suo tempo votato e approvato e che tali fototrappole vengano impiegate anche nei parchi e nelle aree verdi, per contrastare e prevenire non solo la disseminazione nell’ambiente di possibili esche o bocconi avvelenati ed evitare, così, il ripetersi o il verificarsi di altri episodi simili – odiosi e vigliacchi –  ma anche per contrastare e reprimere altri atti criminosi (si pensi agli atti vandalici, ma anche per colpire quei proprietari indisciplinati che non raccolgono le deiezioni dei propri animali). In caso di risposta non soddisfacente, auspichiamo che i consiglieri comunali Ancisi e Baldrati, firmatari dell’ordine del giorno approvato a ottobre 2018, siano disponibili a presentare un question time con carattere di urgenza, al fine di ottenere le doverose risposte che chiediamo non solo noi, ma i tanti cittadini che hanno a cuore la salute degli amici a 4 zampe. Riteniamo che “prevenire sia meglio che curare”, soprattutto quando è in gioco la salute e il benessere sia degli animali che della collettività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da un malore fatale mentre guida: camionista perde la vita

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Il caso era stato segnalato a "Chi l'ha visto?", trovata l'anziana allontanatasi da Milano

  • Scoppia un incendio nell'allevamento: tanti uccelli morti tra le fiamme

  • La schianto è impressionante e non lascia scampo ad un 53enne: ennesima tragedia sulle strade

Torna su
RavennaToday è in caricamento