Uccisa e gettata nel pozzo: la Cassazione conferma la condanna al marito

La donna, la cubana Yanexy Gonzales Guevara, fu trovata in fondo ad un pozzo

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna all'imprenditore Marco Cantini, accusato di aver ucciso la moglie, la cubana Yanexy Gonzales Guevara. La donna fu trovata in fondo ad un pozzo. Il ritrovamento avvenne il 2 settembre 2008 a Lugo. Da quel momento il marito fu il primo indiziato, ma tuttavia durante il processo di primo grado, a Ravenna, venne riconosciuta la sua estraneità ai fatti e quindi assolto e scarcerato. Nel processo di appello, invece, il procuratore generale ha chiesto l'ergastolo e la corte ha accordato una condanna a 23 anni e mezzo, l'interdizione dai pubblici uffici, la revoca della potestà sui figli e significativi risarcimenti per i famigliari della donna. Nel settembre del 2015 la Cassazione aveva annullato la condanna. Nel 2016 nel processo d'Appello bis era stata emessa una condanna a 23 anni e mezzo per omicidio volontario, confermata dalla Cassazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento