Uccisa e gettata nel pozzo: la Cassazione conferma la condanna al marito

La donna, la cubana Yanexy Gonzales Guevara, fu trovata in fondo ad un pozzo

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna all'imprenditore Marco Cantini, accusato di aver ucciso la moglie, la cubana Yanexy Gonzales Guevara. La donna fu trovata in fondo ad un pozzo. Il ritrovamento avvenne il 2 settembre 2008 a Lugo. Da quel momento il marito fu il primo indiziato, ma tuttavia durante il processo di primo grado, a Ravenna, venne riconosciuta la sua estraneità ai fatti e quindi assolto e scarcerato. Nel processo di appello, invece, il procuratore generale ha chiesto l'ergastolo e la corte ha accordato una condanna a 23 anni e mezzo, l'interdizione dai pubblici uffici, la revoca della potestà sui figli e significativi risarcimenti per i famigliari della donna. Nel settembre del 2015 la Cassazione aveva annullato la condanna. Nel 2016 nel processo d'Appello bis era stata emessa una condanna a 23 anni e mezzo per omicidio volontario, confermata dalla Cassazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • Prima rovina un'auto durante una manovra, poi investe il proprietario e scappa: il pirata è un nonnino di 86 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento