Da appena un mese in Italia e già si mette a fare i furti in appartamento

Denuciati dai carabinieri della Compagnia di Cervia tre giovani albanesi per il reato di Ricettazione in concorso

Verso le 21 di mercoledì i carabinieri della Compagnia di Cervia sono intervenuti a Villa Inferno dove, alcuni condomini, avevano sorpreso un giovane straniero  che si aggirava con fare sospetto. Bloccato dai militari dell'Arma è emerso che si trattava di un 20enne arrivato in Italia da appena un mese. Al momento di fornire la propria residenza, il ragazzo si è mostrato particolarmente reticente ma, alla fine, è stato individuato un appartamento sul lungomare di Cervia. La casa, affittata regolarmente da un 22enne connazionale, era abitata anche da un altro albanese, sempre 22enne, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio commessi nelle province di Rimini, Monza-Brianza e Siena. Nell'appartamento sono state trovate 4 macchine fotografiche professionali della Canon, una Polaroid e svariate banconote sterline inglesi, dollari statunitensi, real brasiliani, cuna croati, pound egiziani, dinari tunisini, rupie indiane, yuan cinesi, dihram emirati arabi, tenge kazaki per un valore di alcune centinaia di euro, due smartpone e alcuni orologi da polso. I tre albanesi sono stati quindi denunciati a piede libero per violazione di domicilio, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti