Svastiche sulla sede di Arcigay: "Serve subito una legge contro l'omofobia"

Lo dichiarano Andrea Maestri, della segreteria nazionale di Possibile, e Gianmarco Capogna, portavoce di Possibile Lgbti, commentando gli atti vandalici che hanno colpito la sede di CittAttiva e Arcigay

"Quanto accaduto a Ravenna è solo l'ultimo di una serie di atti intimidatori violenti e di natura neofascista che colpiscono le persone considerate diverse e in particolare la comunità LGBTII+: ogni giorno registriamo denunce da parte di associazioni e singoli su fatti simili a testimonianza di un clima di odio e violenza crescente. Non possiamo più accettare il silenzio del Governo che fa finta di non vedere quanto accade nel Paese ignorando la vita e la dignità di cittadine e cittadini e chiediamo al Parlamento di dare un segnale di attività su questo fronte". Lo dichiarano Andrea Maestri, della segreteria nazionale di Possibile, e Gianmarco Capogna, portavoce di Possibile Lgbti, commentando gli atti vandalici che hanno colpito la sede di CittAttiva e Arcigay di via Carducci dei giorni scorsi.

Fuori dal locale, infatti, sono comparse due svastiche blu, proprio nel punto in cui è esposta la bandiera di Arcigay. Non solo: i vandali non hanno risparmiato neanche gli splendidi murales che affacciano sui Giardini Speyer, in particolare quello che rappresenta una barca sulla quale navigano Galla Placidia, Dante Alighieri e alcuni migranti. Una grossa "X" nera, infatti, è stata tracciata sul bambino migrante posto sul fondo della barca. Martedì sera alcuni volontari hanno ripulito le vetrate armati di stracci e spugne, mentre la Consulta provinciale antifascista di Ravenna ha chiesto al sindaco di convocare il Comitato antifascista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oltre al tavolo di confronto con il sottosegretario Spadafora - aggiungono Maestri e Capogna - serve di più, servono atti concrete e norme. Sono state depositate diverse proposte di legge per il contrasto alle discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere: è il momento che siano discusse arrivando all'approvazione di una legge che possa assicurare sicurezza, libertà e dignità alle persone Lgbti+".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

Torna su
RavennaToday è in caricamento