A Conselice uomini e donne in piazza per dire "no" alla violenza di genere

L'intero progetto è stato organizzato e animato dalle donne del Caffè delle ragazze di Conselice, con il patrocinio e la collaborazione dell'amministrazione comunale

Domenica a Conselice donne e uomini sono scesi in piazza insieme per dire no alla violenza di genere. Alle 10 un folto gruppo di persone si è ritrovato davanti al municipio per assistere alla tappa finale del progetto “di filo in filo”, che dopo 14 tappe ha dato vita a un’opera collettiva che ha avvolto le colonne del municipio: una sorta di barriera coloratissima contro la violenza alle donne. 

Dopo i saluti del sindaco Paola Pula, è intervenuta Roberta Mori, presidente della Commissione parità e diritti delle Persone della Regione Emilia-Romagna. Roberta Mori ha letto l’ordine del giorno votato dal Consiglio comunale di Conselice che ribadisce tutta la contrarietà della comunità verso la violenza di genere e che sarà portato all’attenzione dell’Assemblea legislativa regionale, insieme agli ordini del giorno votati negli altri Comuni del territorio.

Sono state ricordate le tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo, il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel caos per oltre 30 anni: è la data del loro omicidio (avvenuto il 25 novembre 1960) ad essere stata scelta dall’assemblea generale dell'Onu come data simbolica per la ricorrenza della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

In seguito, sono stati letti tutti i nomi delle donne vittime di femminicidio in Italia nel 2016, e contemporaneamente sono state cucite alle colonne del municipio delle “mattonelle fatte all’uncinetto” riportanti i loro nomi. Per l’occasione sono state inoltre donate delle coperte, sempre realizzate a mano nell’ambito del progetto “Di filo in filo”, alle associazioni del territorio che gestiscono case rifugio per donne vittime di violenza: Demetra - donne in aiuto di Lugo e Sos donna di Faenza.

Erano presenti all’iniziativa le associazioni del territorio che si occupano di tematiche al femminile: Demetra - donne in aiuto di Lugo, Udi Massa Lombarda, Centro donna giustizia di Ferrara, Sos donna di Faenza. Piazza Foresti è stata inoltre arricchita da un tavolo della Libreria Coop del Globo di Lugo dedicato al tema della giornata, laboratori sul filo negli spazi messi a disposizione dalla gelateria “La neve nel bicchiere” e dalla mostra “Il tempo delle donne 2016”, allestita nella saletta ArteIncontro dall'associazione Artemide, che proseguirà fino al 4 dicembre. L'intero progetto è stato organizzato e animato dalle donne del Caffè delle ragazze di Conselice, con il patrocinio e la collaborazione dell’amministrazione comunale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      A14, cavalcavia degradato: "Nessun difetto strutturale". Presto il via dei lavori

    • Cronaca

      Alloggiava clandestini nel periodo di chiusura: sigilli per un'hotel

    • Economia

      Turismo e "Brand Romagna": "E' necessario abbattere i campanilismi"

    • Cronaca

      Faenza, la Polizia recupera la refurtiva. Bella sorpresa per la vittima

    I più letti della settimana

    • Sfondano le barriere alla caserma dei Carabinieri: "Abbiamo una bomba a bordo"

    • Vola nel canale, muore intrappolato nell'abitacolo invaso dall'acqua

    • Caso di skimming nel faentino: si ritrova con la carta Postepay prosciugata

    • Inseguimento da film con spari sull'E45: i ladri si lanciano col furgone in folle

    • Scoperta una casa del piacere 'trans' a Lido di Savio: arrestato un 46enne

    • Follia a Sant'Alberto: dà alle fiamme un'auto, poi travolge due carabinieri

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento