Si aggiravano con fare sospetto: fermate due specializzate nei furti in abitazione

Fermato anche un nigeriano che chiedeva l’elemosina disturbando i cittadini davanti a un supermercato in centro nel capoluogo manfredo

Giornata di intensi controlli delle pattuglie della polizia locale dell’unione della romagna faentina nella giornata di venerdi, con le pattuglie che, a seguito di segnalazioni telefoniche sono intervenute sia sul territorio del comune di Brisighella che in quello di Faenza e hanno rintracciato due donne nomadi di nazionalità romena in centro a Brisighella in atteggiamenti sospetti ed un nigeriano che chiedeva l’elemosina disturbando i cittadini davanti a un supermercato in centro nel capoluogo manfredo.

Le due donne

Tutti gli stranieri sono stati accompagnati al comando di via Baliatico a Faenza, dove si è accertato che una delle due donne, già nota per furti in abitazione aveva in atto un provvedimento di divieto di ritorno nel territorio dello Stato italiano fino alla fine del 2022, ed è stata quindi denunciata in stato di libertà per la violazione ai sensi dell’art 20 comma 14 del decreto legislativo del 30 febbraio 2007, mentre la seconda, minorenne di 17 anni, incensurata è stata affidata ai servizi sociali.

Elemosina

Nei confronti del cittadino nigeriano invece, regolare sul territorio dello stato, in quanto in possesso di richiesta d’asilo per motivi umanitari presentato alla Questura di Bologna è stato emanato il daspo urbano di allontanamento dalla città, così come previsto dalla legge Minniti, oltre alla sanzione prevista dal codice della strada per chi esercita l'attività di parcheggiatore abusivo.

Il comando della Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Faentina intende far sapere ai cittadini dell'Unione che "sta mettendo in campo ogni sforzo possibile per aumentare il presidio in alcuni punti caldi della città di Faenza e dell'intera unione, anche grazie alla collaborazione dei cittadini con le loro segnalazioni. I controlli saranno costanti e programmati e hanno l’obiettivo di restituire maggiore tranquillità a quanti vivono vicino alle zone più a rischio e di confermare che la sicurezza urbana resta un obbiettivo prioritario del comando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento