Coronavirus, l'Avis dona fondi e dispositivi agli ospedali e alla Pubblica Assistenza

L’associazione, a nome di tutte le sue 22 sezioni comunali, ha infatti donato fondi e dispositivi per la protezione degli operatori sanitari per un valore complessivo di 25mila euro

Fornire un aiuto concreto al personale sanitario che da settimane è impegnato nella lotta al Covid-19 sul territorio provinciale, e che si può trovare a fare i conti anche con carenze di dispositivi protettivi: va in questo senso il gesto di Avis Provinciale Ravenna, che ha voluto contribuire con i propri mezzi all’emergenza sanitaria in corso, utilizzando i fondi inizialmente destinati alle iniziative per celebrare i suoi 60 anni di attività.

L’associazione, a nome di tutte le sue 22 sezioni comunali, ha infatti donato fondi e dispositivi per la protezione degli operatori sanitari per un valore complessivo di 25mila euro. In particolare, sono state consegnate in questi giorni 1.800 visiere protettive, prodotti conformi CE cat.1, ideati e sviluppati da una delle tante aziende del territorio, la Cartesio Fullcard (Forlì-Cesena), che stanno adattando la propria produzione per dare un contributo alla gestione dell’emergenza.

Nello specifico, 400 visiere sono state accolte dal dottor Stefano Falcinelli, presidente dell’Ordine dei Medici di Ravenna, e dal dottor Mauro Marabini, direttore del dipartimento di cure primarie di Ravenna, e sono state destinate a medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di continuità assistenziale che si recano a domicilio di chi è positivo al Covid-19 e che non necessita di ricovero ospedaliero, o di sospetti Covid-19, per monitorarne le condizioni in maniera continuativa. Altre 500 visiere sono state consegnate al dottor Paolo Fusaroli, direttore sanitario dell’ospedale Umberto I di Lugo; 500 al dottor Paolo Tarlazzi, direttore sanitario dell’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, e 400 al dottor Davide Tellarini, direttore sanitario dell’ospedale degli Infermi di Faenza. Sono state effettuate anche ulteriori donazioni verso l’ospedale Umberto I di Lugo, mentre all’ospedale di Faenza saranno consegnate 4mila mascherine chirurgiche e 400 mascherine FFP2.

“Inoltre – afferma Marco Bellenghi, presidente Avis Provinciale Ravenna – abbiamo pensato ai nostri amici della Pubblica Assistenza di Ravenna, donando anche a loro alcune visiere protettive. E non ci fermiamo qui: Avis vuole essere al fianco dei tanti operatori sanitari del territorio in maniera immediata e concreta, anche in futuro. La nostra è un’associazione che si basa su un alto spirito del volontariato e con questo gesto vogliamo donare alla collettività, come abitualmente ogni giorno fanno i nostri donatori. In questo modo, il nostro 60esimo compleanno è per noi ancora più ricco di significato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Faenza2-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento