Coronavirus, l'azienda dona 100mila euro alla Protezione Civile e assicura 2000 dipendenti

A questa cifra si aggiungeranno i fondi raccolti spontaneamente dai dipendenti italiani anche tramite ore di ferie e permessi arretrati, somma che sarà poi raddoppiata dall’azienda

Smurfit Kappa, spcializzata nel settore del packaging a base carta - che ha una sede con 200 dipendenti a Massa Lombarda - ha deciso di mettere a disposizione dei Paesi in cui opera la cifra di 1,5 milioni di euro con la quale supportare la battaglia contro il Covid-19 e contribuire finanziariamente alle spese sanitarie e all’acquisto di attrezzature per far fronte all’emergenza. Parte dell’ammontare – 100mila euro – sono destinati al dipartimento della Protezione Civile Italiana per gli interventi più urgenti sul nostro territorio. A questa cifra si aggiungeranno i fondi raccolti spontaneamente dai dipendenti italiani anche tramite ore di ferie e permessi arretrati, somma che sarà poi raddoppiata dall’azienda.

Oltre alla donazione, l'azienda ha stipulato nelle scorse settimane una polizza assicurativa specifica a favore dei 2.000 dipendenti che lavorano nei 26 stabilimenti diffusi sul territorio italiano. Iniziativa che si aggiunge a tutte le misure messe in atto fin dall’inizio dell’emergenza: presidi di protezione, sanificazione degli ambienti, rispetto delle distanze minime nell’esecuzione delle attività lavorative, smart working. La polizza prevede un pacchetto di garanzie e servizi per la tutela di chiunque contragga il virus Covid-19 e debba essere di conseguenza ospedalizzato. Si tratta di una serie di coperture che, ovviamente, si spera di non dover mai attivare, ma che nell’eventualità potranno rappresentare un supporto pratico e significativo per chiunque si dovesse sfortunatamente trovare in quelle condizioni.

“La nostra priorità è garantire la massima sicurezza dei nostri dipendenti continuando nello stesso tempo a essere operativi in conformità con le disposizioni governative e per non far mancare il nostro supporto al Paese – commenta Gianluca Castellini, ceo di Smurfit Kappa Italia - Tutti i nostri siti in Italia sono aperti e operativi, le nostre persone stanno lavorando al meglio nel rispetto di tutte le misure di sicurezza implementate, a loro va il mio ringraziamento per l’impegno e il senso di responsabilità messi quotidianamente al servizio non solo della nostra azienda, ma di tutta la comunità e del nostro Paese, per il ruolo chiave che svolgiamo nella filiera produttiva”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il management, inoltre, ha voluto dare visibilità al senso di appartenenza all’azienda dimostrato dai dipendenti che non hanno fatto mancare il loro impegno in questo periodo terribile. Sotto l’hashtag #insiemepiùforti sono state raccolte centinaia di immagini, video e pensieri che raccontano momenti di lavoro e daranno vita a un filmato da condividere in tutte le sedi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

Torna su
RavennaToday è in caricamento