La Darsena che vorrei, sabato "tour" lungo il Candiano

Il percorso di partecipazione collettiva per la definizione del nuovo volto della Darsena di città esce allo scoperto. Sabato è in programma un "tour" lungo il Candiano

L'assessore Valentina Morigi

Il percorso di partecipazione collettiva per la definizione del nuovo volto della Darsena di città esce allo scoperto, nel senso letterale del termine: sabato prossimo è in programma la prima delle passeggiate per mettere a fuoco elementi chiave e di criticità lungo il Canale Candiano. La partenza è fissata per 16.45 da piazzale Aldo Moro, stazione degli autobus. Saranno illustrati i diversi comparti interessati all’opera di riqualificazione.

I tecnici del Comune mostreranno lo stato di fatto, e risponderanno alle domande che i partecipanti porranno loro nel merito. "Trasformare un quartiere sotto il profilo urbanistico - dichiara l’assessore alla partecipazione Valentina Morigi- significa trasformare la vita delle persone vi abitano e lo vivono. Per questa ragione il coinvolgimento diretto dei cittadini nel disegnare il futuro della Darsena è una scelta di partecipazione e democrazia compiuta convintamente dell'Amministrazione Comunale. La  massiccia presenza, lo scorso 7 settembre, di residenti, tecnici, proprietari, esponenti dell'associazionismo e del mondo della cultura è di buon auspicio per la riuscita del percorso di pianificazione partecipata "La Darsena Che Vorrei. Mi auguro che anche la prima delle passeggiate, indetta per sabato, abbia lo stesso risultato di affluenza”.

Alla visita possono partecipare tutti: è preferibile, per motivi organizzativi, iscriversi tramite il sito www.ladarsenachevorrei.comune.ra.it o prenotarsi chiamando gli operatori di Cittattiva al 335 1802940. Sono loro infatti, Andrea Caccìa, Stefania Pelloni e Barbara Domenichini, ad avere il polso della situazione in quanto incaricati dal Comune di fungere da facilitatori del dialogo e a tenere i contatti con i cittadini. “Abbiamo riscontrato molto interesse verso le passeggiate e ci aspettiamo una bella partecipazione da parte della gente.

Le persone sono curiose di saperne di più dagli architetti e tecnici comunali che conoscono bene la zona: chi sono i proprietari, quali aziende erano attive in loco, cosa si pensa di fare. Invitiamo tutti a venire, e non solo per ascoltare: abbiamo bisogno di ascoltare i saperi dei cittadini interessati, che siano racconti storici, opinioni tecniche, idee… E’ dall’interazione di idee che molto spesso nascono le idee più belle e creative!” L’interesse per il futuro di questo storico quartiere è testimoniata anche dal numero sempre crescente delle registrazioni che a distanza di appena una settimana dalla presentazione ufficiale del progetto contiene già circa 400 iscrizioni di cittadini interessati.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento