Evade dagli arresti domiciliari e finisce nei guai per un furto da 15 euro

Lunedì notte un equipaggio delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna è intervenuto in via Cassino

Un ravennate di 19 anni è stato denunciato a piede libero per "furto aggravato" ed "evasione". Lunedì notte un equipaggio delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna è intervenuto in via Cassino in un negozio di acconciature dove si era attivato l’impianto dall’allarme.

Sul posto gli agenti hanno accertato che ignoti, dopo aver forzato la porta d’accesso in più punti, erano entrati all’interno dell’esercizio commerciale e avevano rovistato all’interno del registratore di cassa. Qualche ora dopo il proprietario del negozio si è presentato in Questura dove ha denunciato di aver subìto il furto della somma di 15 euro, che era contenuta nel registratore di cassa; contestualmente ha consegnato le immagini del sistema di video sorveglianza di cui è dotato il negozio dalle quali era possibile individuare l’autore del furto che aveva agito a volto scoperto.

Dopo la visione dei filmati consegnati dalla parte offesa, i poliziotti si sono recati presso l’abitazione del pregiudicato ravennate 19enne, che si trova ristretto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare. Il giovane è stato così denunciato a piede libero, alla Procura di Ravenna, per i reati di furto aggravato e evasione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento