Dipendenti della sanità privata e sindacati protestano al Giro d'Italia

Lungo la tappa ravennate del Giro D’Italia i sindacati organizzeranno un punto di visibilità con maglie e striscioni a tema a supporto della vertenza

Anche infermieri, tecnici sanitari, oss, impiegati amministrativi delle Case di Cura Private stanno facendo un "Giro D’Italia". I lavoratori della Sanità Privata stanno infatti manifestando in tutte le province italiane per ottenere il rinnovo del Contratto Nazionale di lavoro: "Un contratto tenuto bloccato da oltre 12 anni dai datori di lavoro che, senza vergogna, in questi anni hanno maturato utili senza alcuna attenzione nei confronti dei loro dipendenti, che hanno contribuito in modo fondamentale a garantire le prestazioni sanitarie - spiegano i sindacati Cgil, Cisl e Uil - Simbolicamente porteremo la nostra protesta lungo la tappa del 21 maggio del Giro D’Italia. Continuiamo a chiedere che la Regione non elargisca un centesimo in più a questi imprenditori e se dovesse perdurare questo blocco del rinnovo contrattuale chiederemo a gran voce, a partire dall’Emilia Romagna, che le attività oggi gestite dai privati vengano riportate nel pubblico assieme a tutti i dipendenti. Questa situazione non è infatti più tollerabile e sta danneggiando gravemente i lavoratori oggi coinvolti e rischia di danneggiare anche il servizio sanitario pubblico della nostra Regione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lungo la tappa ravennate del Giro D’Italia, all’incrocio tra via Michele Pascoli e Viale Randi, i sindacati organizzeranno un punto di visibilità con maglie e striscioni a tema a supporto della vertenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza "cintura": si varcano i confini dei comuni solo per motivi strettamente necessari

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, la crescita non si ferma: 22 nuovi casi e 3 decessi nel ravennate

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Trema la terra: avvertita una scossa di terremoto a Cervia

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

Torna su
RavennaToday è in caricamento