Lutto nel mondo della musica: morto dj Mayo, storico disc-jockey della riviera

Il manager del Rock Planet di Cervia: "La sua scomparsa ci ha colto di sorpresa, era qui con noi fino a qualche giorno fa. Era il nostro dj storico, lavorava qui da vent'anni"

Lutto nel mondo della musica e delle discoteche. Nella notte tra martedì e mercoledì è scomparso Mario Cannillo, più conosciuto come dj Mayo, famoso disc-jockey afro e reggae di Ponte Nuovo che da qualche anno abitava a Madonna dell'Albero insieme alla compagna Marzia. L'uomo, di 46 anni, era molto conosciuto su tutta la costa di Ravenna e di Ferrara, dove suonava in diversi locali e discoteche.

Leggi anche ===> IL RICORDO DEGLI AMICI: "VIVEVA DI MUSICA, QUANDO GLIEL'HANNO TOLTA NON SI E' PIU' RIPRESO"

"La scomparsa di Mario ci ha colto di sorpresa, era qui con noi fino a qualche giorno fa - spiega Marco Trioschi, manager della discoteca Rock Planet di Cervia - Era il nostro dj storico, lavorava qui da vent'anni. Mario è morto in ospedale, a Ravenna, durante un'operazione a cui era stato sottoposto d'urgenza per cause ancora non ben definite. Quattro o cinque mesi fa era stato operato a un polso, che per un dj è una cosa abbastanza debilitante, ed era andato un po' giù anche moralmente. Aveva dovuto abbandonare il lavoro, che praticava solo saltuariamente, e continuava a prendere medicine e a sottoporsi alle sedute di riabilitazione". Proprio due settimane fa, infatti, il dj si era "sfogato" della sua situazione sul suo profilo Facebook: "Scrivo questa cosa con grande dispiacere. Purtroppo mi trovo in una situazione non tanto bella per quanto riguarda la mia salute e in particolare ho dei problemi a un polso. Per questo motivo posso mancare a delle serate. Mi dispiace sia per i gestori dei locali, sia per chi viene e non mi può trovare. Spero tanto di risolvere questo problema al più presto".

I fan e gli amici del dj sono increduli. "A volte la vita è veramente ingiusta. Ancora non ci possiamo credere, venivamo a ballare solo perchè c'eri tu - scrive Valeria - Grazie per averci fatto divertire ed emozionare con la tua musica". "È strana la vita, è difficile, e la nostra testa scaccia sempre il pensiero che possa succedere qualcosa di brutto alle persone buone e gentili come lui", commenta Antonella. "La prima volta che sono andato in discoteca ti ho sentito a suonare e subito mi sono innamorato della tua musica e del tuo stile unico - lo ricorda Giovanni - Rimarrai per sempre il migliore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento