Dopo tre anni Don Celestino torna in Tanzania: il saluto della comunità

Il sindaco di Solarolo Fabio Anconelli: "Don Celestino ha portato un po’ di “mondo” nella nostra comunità, che a volte è un po’ chiusa e rischia di non cogliere sensibilità diverse"

Martedì sera, nella sala consiliare, l’amministrazione comunale e la cittadinanza di Solarolo hanno salutato Don Celestino, che dopo tre anni di presenza nella comunità solarolese e dopo aver conseguito la Laurea in Diritto Canonico si appresta a tornare tra la sua gente in Tanzania, nella diocesi di Mwanza.

"Il suo esempio e il suo impegno hanno creato forti legami con il nostro territorio, perciò ci sembra doveroso ringraziarlo per quanto ha fatto per Solarolo – ha detto il sindaco Fabio Anconelli – Don Celestino ha portato un po’ di “mondo” nella nostra comunità, che a volte è un po’ chiusa e rischia di non cogliere sensibilità diverse. In questo caso Solarolo ha saputo apprezzare una persona che si è avvicinata a noi in punta di piedi e che, con la sua semplicità, ci ha dato la possibilità di aprirci all’incontro e di crescere come cittadini e persone. Credo quindi sia importante ringraziarlo in questa sala civica, che rappresenta tutta la comunità, a testimonianza del suo impegno".

Don Tiziano Zoli, il parroco di Solarolo, ha rimarcato come Don Celestino "con molta delicatezza e con la sua risata contagiosa, sia riuscito ad arricchire le nostre parrocchie di Solarolo e Felisio. L’anno prossimo in luglio noi andremo in Tanzania a trovarlo, come gesto di gratitudine verso di lui, la sua mamma e la sua Diocesi che ce lo ha dato per tre anni". "A Solarolo ho vissuto come se fossi a casa mia. Mi sono sentito molto bene e vi ringrazio di cuore per questo" ha detto Don Celestino, che alla fine della breve cerimonia di saluto ha ricevuto in dono dal sindaco Anconelli una copia in ceramica della Madonna col Bambino.

Fabio Anconelli dona a don Celestino una copia in ceramica della Madonna col Bambino-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

Torna su
RavennaToday è in caricamento