Due furti in un mese: nonostante i fumogeni non c'è pace per la tabaccheria

Esattamente come il 2 novembre è immediatamente scattato il sistema di fumogeni di difesa, cosa che ha reso necessario l'intervento dei Vigili del fuoco

Foto Massimo Argnani

Due spaccate nel giro di poco più di un mese: una banda di quattro persone, intorno alla mezzanotte tra mercoledì e giovedì, ha fatto incursione nella tabaccheria di via Bovini, dove il 2 novembre scorso era stato commesso un furto sfruttando un tombino per infrangere la vetrata d'ingresso. Questa volta i malviventi hanno manomesso un'inferriata e, usando flessibile e palanchino, sono entrati nel magazzino, dove hanno arraffato diverse stecche di sigarette. I danni sono ancora da quantificare, ma in ogni caso sono inferiori a quelli dell'ultimo colpo. Esattamente come il 2 novembre è immediatamente scattato il sistema di fumogeni di difesa, cosa che ha reso necessario l'intervento dei Vigili del fuoco. Sul posto anche la Polizia di Ravenna. Il furto è solo uno dei tre che nella notte sono stati messi a segno nel ravennate, insieme a quello "colossale" in un'altra tabaccheria e a quello commesso ai danni di una profumeria.

Fanno un buco nel muro per entrare nel bar: bottino astronomico da 70mila euro

Si lanciano con l'auto contro la vetrata e scappano con un "profumato" bottino

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • "Spoilerato" il Giro d'Italia 2020: c'è anche Cervia, annunci già sui siti degli hotel

  • Una ravennate al trono over di "Uomini e donne". E si presenta come "rivale" di Gemma

Torna su
RavennaToday è in caricamento