'E quindi uscimmo a riveder le stelle': un concorso di poesia per "combattere" il Coronavirus

Il sindaco: "In un momento così complesso e delicato per tutti noi, abbiamo deciso di farci trasportare un po’ dalla bellezza e chiamare a uno sforzo di fantasia i nostri cittadini"

“E quindi uscimmo a riveder le stelle” è il nome del nuovo concorso letterario lanciato dal Comune di Lugo. In queste giornate che vedono i cittadini rimanere in casa a lungo, chi lo desidera può inviare una riflessione, un verso poetico o un pensiero.

“In un momento così complesso e delicato per tutti noi, abbiamo deciso di farci trasportare un po’ dalla bellezza e chiamare a uno sforzo di fantasia i nostri cittadini – spiega il sindaco di Lugo Davide Ranalli - Esercitarci con la poesia, riversare su un foglio i nostri pensieri può essere uno strumento efficace per combattere la noia e conoscere più profondamente il tessuto sociale della nostra comunità. Stiamo istituendo una commissione che valuterà il materiale arrivato. Il nostro desiderio, magari con il contributo di una casa editrice locale, è raccogliere gli scritti più belli in un libro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi vuole partecipare può inviare fino al 3 aprile il proprio scritto all’indirizzo mail sindaco@comune.lugo.ra.it, con oggetto “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, oppure con posta ordinaria presso il Comune di Lugo (piazza Martiri 1, Lugo – 48022), indicando nella busta il nome del concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento