"Fermata del bus inaccessibile all'anziano in carrozzina": la denuncia

Una fermata dell'autobus inaccessibile ai disabili: è il caso segnalato da Lista per Ravenna relativo alla fermata bus di via Sant’Alberto, a fianco del civico 256

Una fermata dell'autobus inaccessibile ai disabili: è il caso segnalato da Lista per Ravenna relativo alla fermata bus di via Sant’Alberto, a fianco del civico 256. "Una sentinella ci ha fatto notare la grande difficoltà a far scendere dall’autobus un anziano in carrozzina, assistito dalla moglie e da una badante, essendo la fermata disposta, con tanto di palina “arriva Bus Atm” n. 843, non solo a lato di un cassonetto rifiuti, ultimo di una serie “ecologica”, ma anche su un terreno sconnesso e malridotto infestato da erbacce, in funzione di pseudo marciapiedi - spiega Stefano Donati, capogruppo di Lista per Ravenna nell’area Centro Urbano - Abbiamo interessato al caso l’ufficio Tutela Ambiente del Comune, che si sta opportunamente attivando in chiave tecnica, vediamo con quale risultato, ma riteniamo che l’assessore all’Ambiente debba disporre, interessando congiuntamente il servizio comunale Viabilità, Hera e l’Agenzia Mobilità Romagnola e con la collaborazione anche dei consigli territoriali, per verificare prima e rimediare poi le collocazioni delle fermate bus impropriamente poste a lato dei cassonetti rifiuti e/o su marciapiedi impraticabili e/o inaccessibili, specialmente dalle persone con disabilità".

Palina fermata bus 843 via  Sant'Alberto-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Dramma sui binari: perde la vita travolta da un treno

  • Sangue sulle strade: travolto da un'auto muore sul colpo, grave l'automobilista

  • Attimi di terrore nella notte: accoltellato e lasciato esanime in strada

  • Sbanda e finisce in un fosso: 32enne in ospedale, è gravissima

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

Torna su
RavennaToday è in caricamento