Fosso Ghiaia, Camerlona, Mezzano e Glorie vogliono la variante: l'appello ai consiglieri

Verlicchi (la Pigna): "Siamo fermamente convinti che la sicurezza dei residenti di queste località, dei ravennati, dei turisti e di tutti coloro che percorrono la strada che le attraversa debba essere al primo posto"

In queste settimane la Regione Emilia-Romagna ha avviato la discussione per l’approvazione del Prit 2025, il Piano Regionale Integrato dei Trasporti, ovvero lo strumento di pianificazione che, fra l’altro, indica ad Anas le infrastrutture da realizzare o riqualificare sull’intero territorio regionale.  

"La proposta di Prit 2025 licenziata dalla Giunta regionale Pd manca di indicare le varianti esterne di Fosso Ghiaia, Glorie, Camelona e Mezzano - spiega la capogruppo in consiglio comunale della Pigna, Veronica Verlicchi - Le tre località da più di 30 anni attendono che le promesse delle varie giunte comunali Pd (e nomi precedenti) vengano mantenute. Ma, a quanto pare, anche questa volta le loro richieste rischiano di restare inascoltate a livello comunale e regionale.  Lo scorso novembre abbiamo presentato e discusso nella commissione infrastrutture le nostre proposte di varianti. Nell’ambito di tale discussione abbiamo deciso di elaborare un unico documento da condividere con l’intero consiglio comunale e da presentare in Regione. Il nostro scopo è quello di rispondere, finalmente, alle esigenze dei ravennati delle tre località e intendiamo farlo attraverso la presentazione di un documento trasversale, scevro da ideologie politiche e simboli di partito.  Questo perchè riteniamo che non si debbano fare speculazioni politiche sulla pelle dei ravennati. Siamo convinti che un tale documento possa avere una maggiore forza persuasiva sulla Regione. Così abbiamo depositato una mozione per la quale abbiamo chiesto a ogni singolo consigliere comunale di apporre la propria firma. Con tale mozione, chiediamo al sindaco de Pascale di impegnarsi a “sollecitare un confronto con la Regione Emilia Romagna affinchè le varianti esterne alle località di Glorie, Mezzano, Camerlona e Fosso Ghiaia siano inserire nel Prit e Anas possa di convergenza procedere alla loro realizzazione".

"Siamo fermamente convinti che la sicurezza dei residenti delle località di Glorie, Mezzano, Camerlona e Fosso Ghiaia, dei ravennati, dei turisti e di tutti coloro che percorrono la strada che le attraversa debba essere al primo posto per chiunque sieda in consiglio comunale e in Giunta - conclude la consigliera di opposizione - Abbiamo quindi lanciato un appello a tutti i colleghi consiglieri, al quale hanno già risposto affermativamente il Gruppo misto, Ravenna in Comune e CambieRà, mentre il Pd ha posto come condizione per apporre la firma dei propri consiglieri quella che non vi sia nemmeno un consigliere comunale contrario. E’ auspicabile, pertanto, la convergenza di tutti i consiglieri sulla mozione presentata, nonchè necessario per evitare di presentare più proposte che minerebbero in modo irrimediabile la possibilità di inserire in extremis le suddette varianti esterne nel Prit 2025. Siamo fiduciosi che almeno questa volta, di fronte all’estrema importanza dell’argomento trattato, i colleghi consiglieri comunali vorranno mettere da parte l’acredine politica e dare priorità all’esigenze dei nostri concittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento