Da Brisighella a Sanremo per decorare la "città dei fiori": "E' il sogno di ogni fiorista"

Il fiorista l'anno scorso si era aggiudicato il premio "Bouquet Festival" al concorso "Bouquet Festival di Sanremo" a Villa Ormond, nella città dei fiori e aveva dedicato la vittoria al padre Carlo

Il 31enne con la passione dei fiori ce l'ha fatta di nuovo: Francesco Poggiali, titolare della Casa del fiore di Brisighella, è stato confermato anche quest'anno per far parte della squadra che realizza gli addobbi e le composizioni floreali destinati agli ospiti del Festival di Sanremo 2019, in programma dal 5 al 9 febbraio. Il fiorista l'anno scorso si era aggiudicato il premio "Bouquet Festival" al concorso "Bouquet Festival di Sanremo" a Villa Ormond, nella città dei fiori e aveva dedicato la vittoria al padre Carlo, da cui ha ereditato l'attività di Brisighella.

"Qua c'è un gran 'casino', come l'anno scorso - spiega Francesco, entusiasta per la partenza - Il mio lavoro consiste nel realizzare i bouquet e nell'allestimento di sala stampa e red carpet, oltre alla facciata esterna. La riconferma per me è stata una soddisfazione enorme, anche perchè arrivare qui è il sogno di ogni fiorista ma è veramente difficile!".

poggiali-3

poggiali-fiori-2

Potrebbe interessarti

  • Case popolari: tutte le informazioni utili per il Comune di Ravenna

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

  • Viaggiare sicuri, ecco i trucchi per combattere il caldo in in auto

  • Pannelli fotovoltaici, tutti i vantaggi dell'energia solare

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Tragedia in autostrada: si scontra contro un'auto, muore motociclista

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

  • Macabro ritrovamento nell'abitazione in centro: uomo trovato in un lago di sangue

  • La vedova di Vigor Bovolenta Federica Lisi riscopre l’amore: "Sono molto serena"

Torna su
RavennaToday è in caricamento