Ciclismo in lutto: addio a Giuseppe 'Pipaza' Minardi, era la maglia rosa più vecchia

Toccante il ricordo del ct Davide Cassani: "È stato un grande campione, ha vinto corse bellissime, ma soprattutto era una gran bella persona"

Foto dalla pagina Facebook Raggisolaris Faenza

Si è spento all'ospedale di Faenza, all'età di 90 anni, uno dei personaggi storici dello sport faentino: il ciclista Giuseppe Minardi, nato a Solarolo e soprannominato "Pipaza". Professionista dal 1949 al 1958, Minardi ha vinto sei tappe del Giro d'Italia, vestendo per due giorni la maglia rosa. Dopo la scomparsa del suo concittadino Vito Ortelli, nel febbraio del 2017, 'Pipaza' era il ciclista più anziano in vita ad aver indossato la maglia rosa. Toccante il ricordo del ct Davide Cassani: "Quando ho cominciato a correre mi vantavo di essere di Solarolo, il paese di Pippo Minardi. È stato un grande campione, ha vinto corse bellissime, ma soprattutto era una gran bella persona. Ciao Pipaza, resterai nei nostri cuori".

"Ci ha lasciato l’uomo e l’atleta che ha segnato una pagina indelebile dello sport del nostro paese. Sul suo solco si aprì negli anni '50 una storia di passione ed amore per la bicicletta, che ha generato campioni e amanti delle due ruote che ancora oggi nobilitano la tradizione sportiva solarolese”. Con queste parole il vicesindaco e assessore allo sport Stefano Briccolani si unisce alle parole del sindaco Fabio Anconelli: "Invio il mio più profondo cordoglio alla famiglia Minardi, a nome della nostra Comunità e a nome della Giunta dell'Unione della Romagna Faentina, nel ricordo di un grande Campione e di un grande Uomo".

Minardi, nato il 18 marzo 1928 a Solarolo, si mise in luce già da dilettante e nel 1949 vinse la Milano-Rapallo, il Trofeo Matteotti (quell'anno aperto ai dilettanti) e il Giro di Romagna della categoria. Fece quindi il grande salto tra i professionisti al Giro di Lombardia 1950 e ottenne la prima vittoria da prof nel 1951 al Giro d'Italia. Nel 1952 si aggiudicò il Giro di Lombardia e perse per solo mezzo punto il Campionato italiano, giungendo secondo dietro a Gino Bartali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

Torna su
RavennaToday è in caricamento