Grr festival, premiati i giovani talenti del cinema

Il concorso, per il quale sono arrivati oltre sessanta lavori dall'Italia e dall'estero, ha visto l'assegnazione di tre distinti premi per le diverse categorie

Con le ultime lezioni negli istituti scolastici coinvolti si è conclusa la quinta edizione del Grr Festival. I primi incontri con gli studenti si sono tenuti nello scorso autunno e sono poi proseguiti per tutto l’anno scolastico. Il progetto è culminato nel mese di marzo quando il Grr Festival al teatro Rasi ha proposto due intense giornate di cinema in cui gli studenti e i giovanissimi registi selezionati per il concorso sono stati protagonisti. “Anche quest’anno – commentano gli organizzatori – il Grr Festival è stato un’occasione importante per diffondere la cultura e la conoscenza del cinema e del linguaggio delle immagini nelle scuole. Sono stati tantissimi gli studenti coinvolti nelle visioni dei cortometraggi e nei laboratori pratici. Ricordiamo con particolare piacere la lezione di cinema tenuta al teatro Rasi dal regista tedesco Detsky Graffam, accompagnato dalla moglie produttrice Marianne Graffam, che di fronte a un pubblico numeroso ed entusiasta ha spiegato come nascono i piccoli e i grandi capolavori del cinema”.

Il concorso, per il quale sono arrivati oltre sessanta lavori dall’Italia e dall’estero, ha visto l’assegnazione di tre distinti premi. Questi i vincitori del festival: "Supermènn" di Rosario Bizzarro, della scuola di cinema Asci (Napoli) si è aggiudicato il premio “Cuore e Territorio”, per il lavoro più meritevole per la capacità di affrontare tematiche di carattere sociale e umanitario. Sul palco del teatro Rasi il regista napoletano è stato premiato da Giovanni Morgese, presidente dell’associazione Cuore e Territorio. "My life I don’t want" del regista birmano Kyal Say Nyan ha vinto il premio “Grr”, per il miglior cortometraggio realizzato da un giovane regista sotto i 24 anni di età. La giuria era composta dalla classe 2G dell' IT Morigia Perdisa di Ravenna. "Watu Wote" della regista tedesca Katja Benrath della Hamburg Media School, ha invece trionfato nel premio “Grr International school and academy”, riconoscimento decretato dagli alunni della classe 3H dell’indirizzo audiovisivo multimediale del liceo artistico Nervi-Severini di Ravenna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il festival, organizzato dal Circolo Sogni e dal regista Gerardo Lamattina, è inserito nel progetto RavennaScreen e gode del contributo del comune di Ravenna assessorato alla cultura. La manifestazione è realizzata con il supporto e il contributo dell’associazione Cuore e Territorio, in collaborazione con il liceo artistico Nervi Severini, con cui il progetto è nato e cresciuto in tutti questi anni, e con l’istituto tecnico Morigia Perdisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Alessandro Borghese gira una puntata di "4 Ristoranti" in riviera

Torna su
RavennaToday è in caricamento