Hera lancia un progetto di "marketing green" nei bar e ristoranti della città

L’obiettivo primario del progetto è quello di sensibilizzare le attività commerciali coinvolte sui temi della gestione rifiuti e della sostenibilità ambientale

Il Gruppo Hera, in partnership con l’assessorato all’Ambiente del Comune di Ravenna, si è aggiudicato il bando regionale per la concessione dei contributi a sostegno dei processi di partecipazione grazie al progetto “Promozione della sostenibilità ambientale dei pubblici esercizi’’, che nei prossimi sei mesi coinvolgerà gli esercenti ravennati del settore della ristorazione e somministrazione alimenti sui temi della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare. Il progetto pilota prevede l’istituzione di un tavolo di negoziazione, che sarà costituito nei prossimi mesi, e del quale faranno parte il Comune di Ravenna, Hera, le Associazioni ambientaliste, di categoria e dei consumatori, i soggetti attivi nel turismo e, naturalmente, i cittadini.

Un progetto per rispondere alle esigenze del territorio

Il progetto, del valore di 22.000 euro e per il quale la multiutility ha ottenuto un finanziamento regionale a copertura del 70% dell’importo, nasce nell’ambito della legge regionale 15 del 22 ottobre 2018, la “Legge sulla partecipazione all’elaborazione delle politiche pubbliche”, dedicata alla promozione di percorsi inclusivi, con particolare riguardo alla sostenibilità ambientale. Questo contesto offre a Hera, forte della proficua esperienza pluriennale del progetto partecipativo Hera Lab e sullo stimolo delle idee progettuali proposte nell’ambito della nuova edizione del laboratorio di idee, un’ulteriore opportunità di sviluppare, in coordinamento con l’amministrazione di Ravenna, percorsi e progetti mirati al coinvolgimento della cittadinanza e dei diversi portatori di interesse (stakeholders) territoriali, per agevolare la condivisione nelle scelte pubbliche in materia di ambiente.

Temi e obiettivi del progetto

L’obiettivo primario del progetto è quello di sensibilizzare le attività commerciali coinvolte sui temi della gestione rifiuti e della sostenibilità ambientale. Grazie alla predisposizione di linee guida condivise fra i vari stakeholders, sarà possibile individuare le azioni virtuose da promuovere e adottare, eventuali incentivi e agevolazioni rivolte agli esercenti virtuosi e le modalità di controllo sull’effettiva adozione di scelte di sostenibilità ambientale. I temi che verranno trattati sono: la promozione delle buone pratiche in materia di raccolta differenziata, la riduzione dei rifiuti (in particolare gli imballaggi, a cui è rivolto il progetto ‘vuoto a rendere’), la diffusione di azioni virtuose contro lo spreco alimentare, la promozione del consumo dell’acqua di rete, la possibilità di attivare un sistema di marketing green a vantaggio della promozione di pratiche sostenibili nei pubblici esercizi aderenti all’iniziativa.

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento