I mosaici di San Vitale e i colori di Galla Placidia nella medaglia della Maratona 2019

Un vero e proprio gioiello, realizzato ancora una volta a mano, ideato e creato da Annafietta, artista che ha da tempo legato il suo nome alla manifestazione sportiva

Non si ferma la macchina organizzativa della "Maratona di Ravenna Città d’Arte", che guarda già alla prossima edizione, la 21esima. Un’edizione, quella del prossimo 10 novembre 2019, già molto attesa dopo i numeri fatti registrare poco più di due mesi fa in occasione dell’evento 2018.

Martedì mattina gli spazi del laboratorio artigianale di Annafietta, nel centro storico di Ravenna, hanno ospitato la presentazione della Medaglia ufficiale che finirà al collo dei finisher, alla presenza fra gli altri, di Roberto Fagnani, Assessore allo Sport del Comune di Ravenna, ed Eralda Baravelli, Commissario della Polizia Municipale. Si è alzato dunque il velo, dopo alcune anticipazioni che aveva fatto crescere la curiosità tra i tanti appassionati, su quello che da oggi al prossimo novembre sarà uno dei simboli principali della Maratona organizzata da Ravenna Runners Club.

Un vero e proprio gioiello, realizzato ancora una volta a mano, ideato e creato da Annafietta, artista che ha da tempo legato il suo nome alla manifestazione sportiva. La medaglia 2019 colpisce subito l’attenzione per la sua forma inusuale. Dopo quella del 2017 quadrata e quella 2018 tonda, un vero pezzo d’arte che ricorda un fiore, anzi, il fiore ben visibile nel pavimento della Basilica di San Vitale, proprio pochi metri dopo l’ingresso nel celebre monumento dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. E anche i colori della nuova medaglia si ispirano a un famosissimo sito storico di Ravenna, dato che riproducono i toni del cielo stellato del Mausoleo di Galla Placidia.

Anche nel 2019 la medaglia verrà proposta in tre tagli diversi. La più grande finirà al collo dei finisher della Maratona sui 42,195 km, una versione leggermente più piccola toccherà ai runner che taglieranno il traguardo nella Mezza Maratona, infine la versione minore sarà prodotta per la Good Morning Ravenna 10,5 km. Un altro gioiello che prende il testimone dalla medaglia 2018, premiata lo scorso mese di settembre a Tallin, in occasione del Congresso Mondiale di AIMS, con il secondo posto nella sfida tra le più belle medaglie del mondo, preceduta solamente da quella riservata ai finisher della US Marine Corps Marathon di Washington. La medaglia 2019, realizzata anche questa volta nelle sue tre versioni con la tecnica musiva bizantina tradizionale, ovvero tessere di pasta vitrea tagliate a mano una ad una, adagiate su cemento per consentire alla luce di creare variazioni di grande effetto, potrà essere ammirata in numerose manifestazioni sportive, italiane ed estere, alle quali Ravenna Runner Club prenderà parte sino al prossimo mese di novembre per promuovere la Maratona nel mondo.

"È con estremo orgoglio – spiega Annafietta – che si rinnova l’appuntamento con la medaglia della Maratona. Ormai l’ideazione assomiglia ad una “caccia al tesoro”. Dopo otto medaglie, idearne una capace di sintetizzare un particolare dei mosaici bizantini in pochi cm², e diventare il simbolo di un evento affascinante come la Maratona di Ravenna, non è facile. Quest’anno abbiamo cambiato la prospettiva e per la prima volta dai mosaici parietali, siamo passati ai tappeti di pietra, ovvero ai preziosi pavimenti a mosaico della Basilica di San Vitale. I mosaici pavimentali sono anch’essi ricchi di motivi decorativi e tra essi abbiamo trovato un piccolo fiore che abbiamo trasformato nella Medaglia 2019. Dopo otto anni siamo usciti da una forma geometrica pura per trovare un fiore. La scelta dei colori oro e blu è legata a quelli dell’edizione 2019 della Maratona e ricorda anche il cielo di Galla Placidia per un effetto cromatico affascinante".

"La medaglia di quest’anno – spiega Stefano Righini, presidente di Ravenna Runner Club, società organizzatrice della Maratona – è davvero qualcosa di eccezionale. Fatico ormai a trovare aggettivi per descriverla perché ogni anno mi sembra più bella della precedente. Per noi la medaglia è un punto di forza che ci consente di portare un pezzo di arte ravennate in giro per il mondo e di questo ne siamo orgogliosi, così come del fatto che in molti partecipano alla nostra Maratona proprio per portare a casa un ricordo così bello". Anche quest’anno, la medaglia della Maratona di Ravenna Città d’Arte potrà essere esposta nei prossimi mesi nelle vetrine di negozi ed esercizi commerciali che ne faranno richiesta. 

Pres Medaglia Maratona Ra 2019_02-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento