I Vigili del fuoco confermano 4 giornate di sciopero: "Meritiamo di più"

"Abbiamo ricevuto garanzie sul fatto che i Vigili del Fuoco avranno un trattamento stipendiale e previdenziale al pari degli altri corpi, ma vogliamo fatti concreti"

"I Vigili del fuoco non siano strumento di propaganda". Per Simone Paccusse, segretario provinciale Uil Pa Vvf di Ravenna, si tratta di un bilancio positivo quello della manifestazione unitaria organizzata da Cisl, Uil e Cgil di categoria presso la Prefettura di Ravenna.

"I maggiori sindacati dei Vigili del Fuoco si sono uniti, non solo a Roma in piazza Montecitorio, ma davanti a tutte le Prefetture d’Italia al grido di "I Vigili del fuoco meritano di più" - commenta il segretario generale Uil Pa Vvf Alessandro Lupo - Il nostro grido di rabbia ha svegliato la politica, causa in questi anni di abbandoni e ingiustizie a nostro danno, ma non credano di ridurre noi Vigili del Fuoco a mero strumento di propaganda! Abbiamo ricevuto garanzie sul fatto che i Vigili del Fuoco avranno un trattamento stipendiale e previdenziale al pari degli altri corpi, ma vogliamo fatti concreti. Le promesse non bastano più, e quindi confermiamo le quattro giornate di sciopero a partire dal primo appuntamento del 21 novembre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nel riminese il primo caso in Romagna

  • Il titolare del negozio di via Corrado Ricci 'bloccato' in Cina: "Non usciamo di casa da un mese"

Torna su
RavennaToday è in caricamento