I Vigili del Fuoco festeggiano la patrona Santa Barbara: in un anno quasi seimila interventi

Il Comandante Giuseppe Lomoro: "Anche quest’anno si è riconfermato il concetto che i Vigili del Fuoco sono una componente fondamentale di un efficace e moderno sistema di protezione civile"

Anche quest’anno i Vigili del Fuoco celebrano la Patrona Santa Barbara. "Santa Barbara è la nostra festa, perché piena di quei valori in cui crediamo, quali l’amicizia e la solidarietà - spiega il Comandante Giuseppe Lomoro - Santa Barbara è un punto di riferimento per tutti i Vigili del fuoco che la portano sempre nel cuore. Per noi Vigili del fuoco questa ricorrenza, celebrata con estrema sobrietà, assume un significato che va oltre il doveroso rispetto delle tradizioni: assolviamo il dovere di tramandare alle nuove generazioni i valori fondanti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Partecipando alle operazioni di soccorso insieme alle altre componenti del sistema del soccorso pubblico e della difesa civile, siamo sempre più consapevoli di costituire uno dei punti di riferimento per il cittadino nei momenti difficili. Questo è stato un anno di lavoro ordinario ma non per questo meno intenso: incendi, incidenti stradali, nubifragi, hanno tenuto impegnati i miei uomini giorno e notte. Nello scenario provinciale cito la tromba d’aria di giugno e quelle del mese di ottobre e novembre. I Vigili del fuoco dell’Emilia Romagna hanno partecipato a operazioni che li hanno visti presenti negli incendi che hanno coinvolto la Sicilia e le altre regioni. Inoltre hanno partecipato alle operazioni nell’isola di Ischia colpita dal sisma. Hanno potenziato il dispositivo di soccorso durante lo svolgimento del G7 a Taormina. I Vigili del Fuoco insieme alle altre forze presenti, stanno assistendo ancora le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma".

Vigili del Fuoco, il nuovo Comandante: "Nuova caserma e più controllo al porto"

Gli interventi

Gli interventi di soccorso dal 1 dicembre 2016 al 30 novembre 2017 sono stati 5799: nella sede centrale di Ravenna 2773, 13 al porto, 1204 a Faenza, 1021 a Lugo, 724 a Cervia, 64 a Casola Valsenio. Di questi, 1082 sono stati incendi ed esplosioni, 320 incidenti stradali, 724 soccorsi e salvataggi, 8 dispersioni e inquinamenti, 101 danni d'acqua, 3206 interventi vari (apertura porte, soccorso animali, ascensori bloccati), 358 interventi non più necessari e falsi allarmi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anche quest’anno si è riconfermato il concetto che i Vigili del fuoco sono una componente fondamentale di un efficace e moderno sistema di protezione civile - prosegue il comandante Lomoro - E’ parsa sempre più evidente la straordinaria multidisciplinarietà delle competenze tecniche ascrivibili a miei uomini e donne, nessuno escluso, multidisciplinarietà necessaria al fine di garantire risposte immediate ed efficaci in contesti emergenziali (come gli Usar a Rigopiano). Grazie anche al lavoro quotidiano dei Vigili del fuoco, l’Italia ha il più basso indice di mortalità causata da incendi tra la popolazione nell’unione europea. Con orgoglio ricordo che il Presidente Mattarella, lo scorso anno, ha onorato la bandiera dei Vigili del fuoco di un’altra medaglia d’oro al valore. Migliaia di bambini delle scuole primarie della provincia hanno avuto modo di visitare le sedi di servizio e di assistere a esercitazioni pratiche di spegnimento dei fuochi. Continua il progetto “Pompieropoli” con il personale dell’Anvvf tenuto nelle scuole e in altre ambienti di vita e di lavoro. Un ringraziamento particolare va all’Amministrazione comunale di Cervia che ha provveduto ad adeguare la struttura del distaccamento in maniera idonea e rapida. Auspico un’analoga soluzione per i Distaccamenti di Faenza e Lugo. Abbiamo partecipato a esercitazioni in ambito scolastico, in gallerie stradali e ferroviarie ed esercitazioni Nbcr presso il polo industriale di Ravenna, organizzate dalla Prefettura e dalla Direzione Regionale dei Vigili del fuoco. Contestualmente è proseguita un’intensa attività in commissioni varie, quali di vigilanza nei locali di pubblico spettacolo, conferenze di servizio, ecc. Sono state effettuate 213 vigilanze in locali di pubblico spettacolo. Sono stati svolti corsi di formazione ai sensi del D. Lgs 81/08 cui hanno partecipato diverse centinaia di lavoratori (19 corsi e 46 esami per un totale 530 esaminati). Nonostante le difficoltà legate alla gran mole di compiti, particolare attenzione è stata dedicata alla formazione, all’aggiornamento e alla specializzazione del personale dipendente, effettuando 20 corsi di formazione ed aggiornamento. Sono state seguite 26 pratiche di polizia giudiziaria. L’attività di prevenzione incendi ha visto effettuati 360 sopralluoghi di verifica di Scia ed esaminati 281 progetti. Sono stati effettuati ulteriori 254 sopralluoghi a campione. Colgo l’occasione per ringraziare le Organizzazioni sindacali per la proficua e qualificata collaborazione sempre fornita. Rivolgo un grato ringraziamento a tutto il personale dipendente (funzionari, capi reparto, capi squadra, vigili permanenti, vigili volontari discontinui, personale amministrativo) e rispettivi familiari ed esprimo la mia stima per l’intenso lavoro svolto con grande professionalità, generoso impegno e dedizione al servizio. Infine un grazie al personale dell’Anvvf sezione di Ravenna sempre presente e disponibile e al nostro caro Don Paolo". Santa Barbara sarà celebrata lunedì 4 dicembre e la Caserma di Viale Randi sarà aperta al pubblico dalle 9 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento