"Il circuito su cui è morto Marco non era omologato": le indagini della Scientifica

E' ciò che emergerebbe dalle indagini dopo la tragedia che si è verificata a Pezzolo di Russi domenica, quanto un pilota ha perso la vita dopo essere stato travolto dal centauro che lo tallonava

Il circuito di Pezzolo di Russi

Il circuito sul quale ha perso la vita Marco Buzzi non sarebbe omologato per il motocross. E' ciò che emergerebbe dalle indagini portate avanti dai Carabinieri di Russi insieme alla Scientifica dopo la tragedia che si è verificata a Pezzolo di Russi domenica, quando il 47enne di Novi Ligure ha perso la vita dopo aver perso il controllo della moto ed essere stato travolto dal pilota che lo tallonava, l'amico e campione riccionese Francesco Cecchini (figlio di Fabrizio Cecchini, capotecnico in un team del Motomondiale). Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino in edicola mercoledì, infatti, pare che il circuito non potesse ospitare raduni o allenamenti motoristici al di fuori della tradizionale "Festa de Mutor".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Muore a 47 anni travolto da un altro pilota: i centauri piangono la scomparsa di Marco

Sarebbero due, al momento, le persone indagate per la morte del pilota: il motociclista che lo ha investito dopo la caduta e il gestore dell'impianto di Pezzolo. Il sostituto procuratore Angela Scorza ha posto sotto sequestro, oltre al circuito su cui si stanno effettuando i rilievi, anche la moto di Buzzi e quella di Cecchini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento