Il Comune di Castel Bolognese si distingue per generosità: donati 30mila chili di indumenti

Quasi 3 chili di indumenti per ogni abitante del Comune hanno contribuito ha finanziare 3 corsi di formazione per ragazzi del Mozambico e dello Zambia

Il progetto di solidarietà Humana ha raccolto oltre 29mila chili di indumenti usati che hanno avuto importanti benefici ambientali e sociali: sono stati risparmiati 179 milioni di litri di acqua, evitati 107 mila di chili di anidride carbonica e finanziati 9 corsi di studio per i ragazzi in Mozambico o Zambia.

Per la grande generosità dei cittadini che hanno donato indumenti usati a favore del progetto Humana è stato premiato con l’importante riconoscimento “Humana Eco-Solidarity Award 2016” il Comune di Castel Bolognese, primo classificato tra i Comuni in provincia di Ravenna. Nel 2015, Humana ha raccolto sul territorio comunale 29.943 chili di abiti (oltre 3 chili per abitante), determinando un impatto sociale, ambientale ed economico positivo nel Sud del mondo e in Italia. Il ricavato dei vestiti raccolti a Castel Bolognese, ha contribuito a finanziare 9 corsi brevi (di 3 mesi) di perfezionamento professionale in idraulica, costruzioni e tinteggiatura, tecniche di vendita, turismo e agricoltura per giovani studenti in Mozambico o Zambia. L’organizzazione propone dunque un’offerta formativa valida e di qualità rendendola soprattutto accessibile. Sul fronte ambientale invece, gli abiti donati hanno evitato l’emissione di oltre 107.000 di chili di anidride carbonica nell’atmosfera, pari all’attività di assorbimento di oltre 1000 alberi, e di risparmiare circa 179 milioni di litri di acqua utili a riempire oltre 72 piscine olimpioniche. A questo si somma un risparmio di 4.000 euro per la Pubblica Amministrazione, ovvero per i cittadini residenti, grazie al mancato conferimento in discarica degli indumenti. I premi sono stati assegnati in occasione dell’Humana People to People Day 2016, evento internazionale che coinvolge i membri della federazione Humana in Europa. Lo slogan di quest’anno “Quality Education for Development – Educazione di qualità per lo sviluppo” mette in evidenza come l’educazione sia il fulcro di uno sviluppo sostenibile. Gli abbandoni scolastici nel mondo sono nettamente in calo (da102 milioni nel 2000 a 58 milioni nel 20121), ma, nonostante ciò, ancora oggi milioni di bambini non frequentano la scuola. Molta strada è stata percorsa, ma tanto resta ancora da realizzare e Humana è in prima linea per diffondere un’educazione di qualità, capace di fornire strumenti utili alla crescita personale e sociale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Padre e figlia volano nel fosso, atterrano due elicotteri: uomo in gravissime condizioni

  • Cronaca

    Spaccata nella notte nel negozio d'abbigliamento: il ladro si ferisce e lascia tracce di sangue

  • Cronaca

    Schiuma bianca lungo la costa: Arpae spiega questo curioso fenomeno

  • Incidenti stradali

    Schianto durante il sorpasso: motociclista finisce in un fosso, è grave

I più letti della settimana

  • Auto in svolta, motociclista non riesce a evitarla: l'impatto è drammatico

  • Un muro bianco in lontananza, poi si scatena il nubifragio anche con grandine

  • L'uomo che collezionava chitarre: oltre 100 'Fender Vintage' alla conquista di Ravenna

  • Le acque del fiume Po restituiscono il corpo senza vita di un ravennate

  • Carambola tra auto nella corsia di discesa del ponte: due feriti

  • Lo abbandonarono per sballarsi con la droga e alla fine morì a 18 anni: in carcere i 4 amici per omicidio

Torna su
RavennaToday è in caricamento