Il Giro d'Italia in barca del canoista olimpionico per sostenere la disabilità

Da Trieste a Ventimiglia in barca a vela per sostenere il superamento della disabilità come limitazione allo sport e alla scoperta del mare

Da Trieste a Ventimiglia in barca a vela per sostenere il superamento della disabilità come limitazione allo sport e alla scoperta del mare. Ha fatto tappa anche a Ravenna il Giro d’Italia Dis-equality – tutti diversamente uguali, sostenuto dall’Endas e dalla Lega navale italiana sezione di Trieste per i 100 anni dalla fondazione. Ad accogliere l’imbarcazione al Circolo velico ravennate il vicesindaco Eugenio Fusignani, Fabio Gardella presidente provinciale Endas e Piergiorgio Vasi, segretario regionale Endas.

“È stato un piacere poter conoscere Davide Scarpa, canoista olimpionico ad Atlanta nel 1996 - afferma Fusignani - testimonial di questo interessante progetto. Il nostro mare e le nostre coste sono sempre più aperte ed accessibili e noi condividiamo questa esperienza di inclusione. Così come appoggiamo Marinando, l’associazione di volontariato che si pone l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone colpite da una disabilità attraverso il superamento dei propri limiti, per vincere l’emarginazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento