Il Ministro Franceschini inaugura il sito archeologico dell'Antico Porto di Classe

Il 28 luglio, alle ore 19, il Ministro della Cultura, dei Beni Culturali e del Turismo sarà a Ravenna per l'inaugurazione della prima stazione del Parco Archeologico

Rinascerà, dunque, l'antico porto di Ravenna fondato da Augusto, fiorente all'epoca dell'Impero, di Teodorico e del dominio bizantino, quando Ravenna e Classe raggiunsero il loro apogeo politico ed economico.  Il prossimo anno sarà inaugurato anche il Museo della Città e del Territorio allestito negli ambienti dell'ex zuccherificio opportunamente restaurati. Si tratta di due appuntamenti di straordinario rilievo nel percorso per la creazione del Parco Archeologico di Classe, mission fondamentale di RavennAntica, percorso che idealmente si snoda dall'Antico Porto al futuro Museo, passando attraverso le due Basiliche gemelle del VI secolo: San Severo e Sant'Apollinare in Classe.

Il progetto di musealizzazione prevede la restituzione dell'antico nel quadro di una fruibilità moderna che punta all'accessibilità, alla multimedialità e all'interattività, con una particolare attenzione per la rievocazione del contesto in cui sorgeva l'antico scalo commerciale. L'area archeologica dell'Antico Porto si trova in un punto cruciale del sito antico di Classe: l'imboccatura del porto-canale antico, che comprende parte dell'isola ed il quartiere commerciale che si affacciava sulla sponda sud del canale. Il sito offre una visuale approssimativamente sincronica dell'antico porto del V-VI secolo, epoca di massimo splendore e sviluppo dello scalo commerciale.

Con questo nuovo grande progetto, realizzato d'intesa con il Comune di Ravenna, l'Amministrazione Provinciale, la Soprintendenza Archeologia dell'Emilia Romagna, l'Università di Bologna, la Fondazione Flaminia e grazie al sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e di Arcus, continua la missione di RavennAntica di fare rivivere il patrimonio di una capitale del mondo antico, nel quadro di un impegno più ampio di tutta la comunità locale per recuperare, mettere in valore e rendere fruibile al pubblico il grande patrimonio archeologico della Ravenna romana e bizantina e più in generale del territorio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Speciale elezioni: i nomi dei candidati, le istruzioni per votare e tutte le info

  • Sport

    La 100 km del Passatore ha un nuovo re: è Marco Menegardi

  • Cronaca

    Artista di strada aggredisce una famiglia: rintracciato e indagato a piede libero

  • Economia

    Il Mercatone Uno è fallito: dipendenti senza certezze sul futuro

I più letti della settimana

  • Dramma sui binari: perde la vita travolto da un treno

  • Schianto fatale contro un'auto: ciclista perde la vita sul colpo

  • Lenticchia scomparve da casa nel 2016: dopo tre anni la cagnolina torna dalla sua famiglia

  • Crolla una casa durante i lavori: tragedia evitata, intervengono i pompieri

  • In due mesi salvati oltre 70 gattini abbandonati: Clama offre la sterilizzazione gratuita

  • Enterococchi intestinali ed escherichia coli oltre i limiti: balneazione vietata

Torna su
RavennaToday è in caricamento