Il parcheggio dell'ospedale diventa a pagamento: "Si lamentano anche i dipendenti"

Liverani (Lega): "Fortunatamente le elezioni sono vicine e siamo pronti a rivedere queste norme, per dare un servizio ai cittadini che devono usufruire dell’ospedale"

"Bisogna lavorare sulla tecnologia che permetta a chi va all'ospedale perchè ne ha davvero bisogno di non pagare più il parcheggio": cita le parole del Presidente della Regione Stefano Bonaccini il consigliere regionale della Lega Nord Andrea Liverani, che attacca: “Come sempre il Pd predica bene ma razzola male! Mentre in piena campagna elettorale il Presidente Bonaccini promette parcheggi gratuiti per chi va all’ospedale, la Giunta faentina mette a pagamento tutti i posti auto nel parcheggio dell’ospedale manfredo. Per i lavori di ampiamento del Pronto soccorso, già erano diminuiti i posti a disposizione, con conseguente disagio per chi deve recarsi all’ospedale per fare analisi o per assistere un paziente. Inoltre anche i dipendenti dell’ospedale stesso lamentano scarsità di posti a loro disposizione e si vedono costretti a scegliere tra il pagamento del parcheggio o fare centinaia e centinaia di metri per trovare un parcheggio libero. Fortunatamente le elezioni sono vicine e siamo pronti a rivedere queste norme, per dare un servizio ai cittadini che devono usufruire dell’ospedale, non a pagamento come sta facendo questa amministrazione a guida Pd".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Lorenzo, morto annegato nel canale di Milano Marittima: studiava per diventare chef

  • Tragedia sulle strade: 17enne precipita nel canale e perde la vita

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Fitta nebbia, scontro tra camion sulla Statale Romea Dir: lunghe code, arteria bloccata

  • Il dramma di Lorenzo, eseguita l'ispezione cadaverica. Perizia fotografica sulla minicar

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

Torna su
RavennaToday è in caricamento