Il Pd tira le somme e si prepara a festeggiare con il "Festival dei diritti"

Il segretario Barattoni: "Vogliamo mettere in campo una serie di iniziative di approfondimento e divulgazione che culmineranno nel festival, una tre giorni di incontri politici, culturali e gastronomici

Il segretario Pd Alessandro Barattoni ha presentato il programma delle iniziative messe in campo dall’unione comunale presentando il "Festival dei diritti". “Nei tempi serrati dell’attività politica – afferma Barattoni - ci sembra doveroso ricavare il tempo per analizzare e spiegare, mettendoli in quadro d’insieme,  una serie di provvedimenti molto importanti, frutto del lavoro di questi anni. Si tratta di traguardi fondamentali e non scontati, dei quali spesso corriamo il rischio di parlare solo in occasione di singoli episodi, quando invece crediamo sia opportuno portarli all’ordine del giorno della discussione politica, a partire dai luoghi e dalle sedi del nostro partito, che si dimostrino così punto attrattivo di riferimento per il dibattito e per il confronto. Si tratta di iniziative che hanno inciso direttamente sulla vita delle persone, migliorandola in ambiti nei quali da tanto la sinistra cercava di intervenire. Vogliamo perciò capire come sono state percepite e discuterne insieme".

"A un anno dall’approvazione della legge sulle unioni civili - continua il segretario - vogliamo mettere in campo una serie di iniziative di approfondimento e divulgazione, che culmineranno nel Festival dei Diritti: una tre giorni di incontri politici, culturali e gastronomici che, grazie alla mobilitazione e al contributo di tutto il partito comunale, animerà il circolo di Marina di Ravenna nel weekend a cavallo tra giugno e luglio". Da venerdì sono in programma banchetti divulgativi su tutto il territorio, che diffonderanno uno stampato realizzato appositamente per ripercorre gli importanti passi in avanti segnati in materia di diritti negli ultimi anni, dalle già citate unioni civili al "dopo di noi", dal divorzio breve alla legge contro il caporalato, via via fino alle leggi in fase di approvazione come quella sul reato di tortura o la legge contro l’omofobia. Ci sarà inoltre un’anteprima tematica già dalla settimana prossima: venerdì 26 presso la Sala Mama’s a Ravenna si terrà l’incontro “Testamento biologico: il dovere di conoscere, il diritto di scegliere”. Tra i relatori della serata vi sarà, oltre al parlamentare Alberto Pagani, l’onorevole Donata Lenzi, prima firmataria del disegno di legge cosiddetto sul ‘fine vita’. “Un tema molto attuale – prosegue Barattoni - che riteniamo non debba destare attenzione solo in concomitanza di casi eclatanti sulle cronache nazionali, ma che crediamo sia importante porre alla base di una discussione e di un approfondimento a partire dal quotidiano. Per questo invitiamo tutti i cittadini e gli interessati a partecipare all’appuntamento.”

Del Festival dei Diritti, in programma venerdì 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio, il segretario comunale non rivela ancora i dettagli: “Il programma è in fase di costruzione, ma come piccola anticipazione possiamo già confermare la presenza del fovernatore della nostra regione, Stefano Bonaccini, che focalizzerà il suo contributo sul lavoro compiuto in questi anni in materia di diritto alla salute. E’ certa anche la realizzazione di un’iniziativa con il sindaco Michele De Pascale, di carattere più specifico e territoriale.”

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento