"Il viaggio di Dante", la linea della poesia tra Ravenna e Firenze

Il viaggio di Dante nasce da una proposta dell’Associazione culturale Progetto21 di Firenze e del festival Dante 2021, per celebrare il prossimo centenario della morte di Dante (1321-2021)

Il viaggio di Dante, iniziato nella sua “alta fantasia” nel Giubileo del 1300, continua nel mondo di oggi, proiettato inesorabilmente nel futuro. Le sue parole continuano a risuonare per noi e per tutta la "futura gente", alla quale Dante si è consapevolmente e profeticamente rivolto. Il viaggio di Dante nasce da una proposta dell’Associazione culturale Progetto21 di Firenze e del festival Dante 2021, per celebrare il prossimo centenario della morte di Dante (1321-2021), nonché per dare più larga visibilità e conoscenza a un percorso geografico e ferroviario di alta attrattiva da molti punti di vista. Il progetto prevede la realizzazione di una serie di iniziative, tra il 2017 e il 2021, legate ai territori attraversati dalla ferrovia Firenze-Ravenna (e ritorno), che non solo hanno espresso un collegamento ideale attraverso i riferimenti danteschi (veri e propri elementi identitari), ma si sono storicamente sviluppati in un dialogo sempre vivace anche attraverso la strada ferrata che, scavalcando gli Appennini, dal 1893 unisce le due città. La ferrovia “Faentina” collega Firenze e Ravenna, attraversando i comuni di Fiesole, Vaglia, Borgo San Lorenzo, Ronta, Marradi, Brisighella, Faenza, Granarolo, Russi, con fermate anche in numerosi altri centri. è percorsa quotidianamente da vari treni che muovono un considerevole numero di viaggiatori, impegnati nello studio e nel lavoro, ma anche per turismo, motivazione che potrebbe essere ulteriormente incrementata. La bellezza dei luoghi, sia naturali sia costruiti dall’uomo e, insieme, le attività produttive e la storia che quei luoghi hanno prodotto e vissuto sono valori forse non ancora sufficientemente divulgati.

Il progetto si apre ora con una prima manifestazione di presentazione del progetto, realizzata con il contributo della Regione Toscana: lunedì 6 novembre alle ore 18.30 si inaugurerà presso il Caffè Letterario delle Murate di Firenze (accesso da via Ghibellina e da via dell'Agnolo) la mostra di fotografie di Giampiero Corelli dedicata a "La linea della poesia. Persone e paesaggi tra Toscana e Romagna". Viaggiatori di oggi e luoghi antichi, vive culture agricole (tra ulivo e castagno), uomini e poeti (il fiorentino/ravennate Dante e il marradese Dino Campana) emergono dalle foto di Corelli dando corpo e interpretando una linea, reale e ideale, di una storia che coinvolge tutto il territorio. Nel corso dell’inaugurazione saranno letti testi di Dante e Campana. Interverrà con un Saluto la vicepresidente e assessora alla Cultura della Regione Toscana Monica Barni. Sono stati invitati i Sindaci del "percorso". Seguirà aperitivo. La mostra resterà aperta fino al 18 novembre.

Potrebbe interessarti

  • Case popolari: tutte le informazioni utili per il Comune di Ravenna

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

  • Viaggiare sicuri, ecco i trucchi per combattere il caldo in in auto

  • Le 10 cose da fare prima della fine dell'estate

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Macabro ritrovamento nell'abitazione in centro: uomo trovato in un lago di sangue

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Tragedia in autostrada: si scontra contro un'auto, muore motociclista

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

  • La vedova di Vigor Bovolenta Federica Lisi riscopre l’amore: "Sono molto serena"

Torna su
RavennaToday è in caricamento