In ospedale arriva la 'Zeroscopia', la tecnologia che annulla le radiazioni

L’uso della Zeroscopia porta a una riduzione fino al 100% delle radiazioni ionizzanti generate per singola procedura

Il 33% degli interventi per la cura delle aritmie cardiache, ovvero i difetti elettrici nel sistema di conduzione del cuore, avviene tramite ablazione (dato raccolto nelle strutture italiane di GVM Care & Research). Sebbene le tecniche utilizzate per correggere questi difetti siano all’avanguardia, le radiazioni ionizzanti, cioè elettromagnetiche come quelle dei raggi X, emesse dalle apparecchiature utilizzate per la fluoroscopia (tecnica radiologica per ottenere immagini anatomiche in tempo reale) hanno effetti collaterali anche gravi.

Per ridurre l’impatto che queste radiazioni hanno sia sul paziente che sull’operatore, l’Unità Operativa di Aritmologia ed Elettrofisiologia a Maria Cecilia Hospital di Cotignola (RA), Ospedale di Alta Specialità di GVM Care & Research accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, si è dotata della Zeroscopia o ablazione a “raggi zero”, sistema di mappaggio non fluoroscopico del cuore che elimina dunque le radiazioni ionizzanti.

“La Zeroscopia è una tecnologia all’avanguardia – spiega il dottor Saverio Iacopino, Direttore del Dipartimento di Aritmologia a Maria Cecilia Hospital – che permette di effettuare un sistema di mappaggio tridimensionale del cuore, grazie all’utilizzo di speciali cateteri dotati di un sensore in grado di generare campi magnetici di bassa intensità e che non emettono radiazioni. Il movimento dei cateteri dedicati, una volta inseriti, permette di stabilire in che modo si genera e si propaga l’impulso elettrico nel cuore, valutandone quindi la natura e consentendo all'equipe medica di definire un piano d’azione per ripristinare il corretto impulso":

L’uso della Zeroscopia porta a una riduzione fino al 100% delle radiazioni ionizzanti generate per singola procedura e, allo stesso tempo, consente al medico di prendere le migliori decisioni in ogni momento, fornendo gli elementi per comprendere e trattare in maniera precisa e sicura i segnali patologici che provengono dal cuore. Inoltre, permette di ottenere eccellenti risultati in termini di efficienza ed efficacia nel trattamento e nella cura di tutte le aritmie cardiache sia atriali che ventricolari di tutti i pazienti, compresi quelli pediatrici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento