In tanti a Milano Marittima per il ponte del 2 giugno: sanzionati due locali

Due sono stati gli esercizi sanzionati, perché non rispettavano le norme stabilite. Sulla spiaggia sono stati controllati tutti e 300 gli stabilimenti balneari

Un ponte di prova importante per la città, che dopo il lockdown è ripartita velocemente e ha messo in campo nuove idee per riaprire in sicurezza. L’Oasi di Milano Marittima è stata una sperimentazione riuscita e ha permesso di gestire una situazione che altrimenti sarebbe stata difficilmente gestibile. Due sono stati gli esercizi sanzionati, perché non rispettavano le norme stabilite. Sulla spiaggia sono stati controllati tutti e 300 gli stabilimenti balneari. 

“Il primo weekend di questo fine primavera ha premiato gli sforzi di quegli imprenditori che hanno rischiato aprendo i loro esercizi, rispettando le norme e le regole fissate dai vari decreti e ordinanze - commenta il sindaco di Cervia Massimo Medri - Migliaia di persone si sono riversate sul nostro litorale alla ricerca di un po’ di relax e di ottimismo. Forse questo afflusso, inaspettato nelle dimensioni, ha colto qualcuno alla sprovvista, ma in generale la località ha tenuto e non ci sono stati grandi problemi. Le attività produttive hanno potuto sfruttare gli spazi pubblici messi a disposizione e hanno igienizzato i loro servizi nel miglior modo possibile. I controlli sella Polizia locale e delle forze dell’ordine hanno ridotto al minimo i fenomeni negativi. Qualche problema si è creato nel deflusso del traffico, come in tutta la costa adriatica; ma questo è dovuto al picco di presenze, per fortuna, nella giornata del 2 giugno. Casi di assembramento spontaneo inevitabilmente si sono verificati in alcune situazioni, dovuti a sensibili concentrazioni di persone e causati da comportamenti individuali sui quali è difficilissimo, se non impossibile, intervenire".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono state rilevate anche zone del litorale, molto ridotte, dove non sempre sono state rispettate le regole da parte di alcuni gestori e dagli avventori di certi locali - continua il primo cittadino - Sono già intervenuti gli agenti delle forze dell’ordine, con sanzioni e provvedimenti consentiti dalla legge. Intendiamo proseguire con questa linea di controllo, tesa a perseguire gli eccessi e a colpire duramente i trasgressori, in particolare se sono recidivi. Vogliamo anche continuare a insistere con alcune sperimentazioni sul territorio, come l’Oasi di Milano Marittima, per alzare la qualità complessiva dell’offerta ed estirpare fenomeni degenerativi, come l’abuso di alcolici e comportamenti individuali che deturpano l’immagine generale della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento