In teatro si denuncia la mafia: premiati Ermanna Montanari e Marco Martinelli

I premi Articolo 21 sono stati assegnati per testimoniare il percorso civile di alcune figure che si sono distinte per aver portato avanti la lotta per la democrazia e contro le disuguaglianze

Marco Martinelli ed Ermanna Montanari - che hanno ideato e codiretto gli spettacoli 'Va Pensiero' e 'Saluti da Brescello', entrambi capaci di far luce sulla corruzione mafiosa in Emilia Romagna - hanno ricevuto il premio Articolo 21, lunedì sera nel corso di una serata pubblica a Roma, e sono stati premiati insieme a Donato Ungaro, "ex agente di polizia municipale" e giornalista di Brescello, il primo ad aver svelato nei suoi articoli di inchiesta la presenza della 'ndrangheta nel suo paese, sciolto poi per infiltrazioni mafiose, e la cui vicenda biografica è stata utilizzata come prima "fonte" per gli spettacoli della coppia-anima del Teatro delle Albe.

I premi Articolo 21 sono stati assegnati per testimoniare il percorso civile di alcune figure che si sono distinte per aver portato avanti la lotta per la democrazia e contro le disuguaglianze, per chiedere verità e giustizia per le vittime di violenze e soprusi, per aver denunciato mafie e malaffare, hanno illuminato periferie nascoste, culture e comunità che rischiano di essere messe in un angolo e costrette ad abbandonare il nostro paese, anche se molte e molti di loro sono italiani. Alcuni lavorano dentro e con le scuole per consentire ai più giovani di formarsi secondo i principi del rispetto dell'altro e dell'amore per la conoscenza e contro ogni oscurantismo, insieme al riconoscimento del lavoro di due redazioni giornalistiche, capisaldo della corretta informazione. Il percorso ultratrentennale di Marco Martinelli – regista scrittore e drammaturgo – e di Ermanna Montanari – attrice e regista dalla personalità unica e ideatrice con Martinelli delle creazioni del Teatro delle Albe di Ravenna che hanno fondato nel 1983 - da sempre ha puntato al cuore delle storie umane con una valenza profonda, di natura insieme spirituale e politica.

“Ho appreso con grande orgoglio e viva soddisfazione dell’assegnazione del premio ai nostri concittadini - commenta il sindaco Michele de Pascale - Mi complimento e ringrazio i nostri due artisti che si distinguono da sempre per l’attenzione e l’impegno verso i temi di attualità e la lotta contro ogni discriminazione, ingiustizia e illegalità, condotta attraverso la cultura e il teatro, strumenti importanti nella formazione dei più giovani e nella costruzione di un mondo migliore. Articolo 21 è un riconoscimento istituito per divulgare i valori affermati dalla Costituzione e per premiare chi contribuisce ogni giorno alla loro promozione e diffusione: questo è motivo di particolare profonda gioia per me e per tutta la città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Malore fatale mentre si trovava in vacanza: addio al commercialista Roberto Cottifogli

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

Torna su
RavennaToday è in caricamento