Inaugurati la nuova caserma dei Vigili del Fuoco e i locali della Protezione Civile

La scelta progettuale operata è scaturita dalla valutazione dell’importanza di avere nell’ambito del territorio Comunale di Cervia la presenza di un presidio permanente di dodici mesi dei Vigili del Fuoco

Venerdì sono stati inaugurati la Caserma dei Vigili del Fuoco Distaccamento di Cervia e i nuovi locali della sede della Protezione civile comunale in via Galeno. Erano presenti Stefano Bonaccini presidente della Regione Emilia-Romagna, Luca Coffari sindaco di Cervia, Giuseppe Lomoro comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Ravenna. All’inaugurazione ha partecipato la Giunta comunale, numerose autorità civili e militari e diversi cittadini. Inoltre hanno partecipato anche gli alunni delle scuole del territorio che, al termine della cerimonia, sono stati protagonisti di “Pompieropoli”, con giochi di simulazione del ruolo dei Pompieri e informazioni sulle prime nozioni di prevenzione di incendi e incidenti domestici.

"Continua il nostro impegno a fianco delle comunità e delle istituzioni locali - commenta il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini - Queste nuove opere, che abbiamo contribuito a realizzare a Cervia e che inauguriamo oggi, sono una ulteriore risposta alla richiesta dei cittadini di protezione e sicurezza. Garantire un presidio permanente dei Vigili del fuoco, così come mantenere un idoneo presidio di Protezione civile, vuol dire essere in grado di offrire personale altamente qualificato capace di intervenire rapidamente e professionalmente in caso di necessità. E non è certo meno importante anche la funzione sociale alimentata spesso da volontari, capaci di esserci sempre, dalle situazioni circoscritte a calamità naturali devastanti, dalle quali, basti pensare al sisma del 2012, l’Emilia-Romagna riparte ancor più forte di prima grazie a persone come loro, a cui va il grazie di tutti noi".

"Sono opere importanti per il distaccamento permanente, che meritavano tutta l’attenzione da parte delle istituzioni e ringraziamo il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini per gli importanti contributi riconosciuti al fine della realizzazione delle opere - ha risposto il sindaco Luca Coffari - L’adeguamento e la ristrutturazione dei locali del magazzino comunale erano necessari, attesi da tempo e indispensabili per rendere la sede adeguata, sia sotto l’aspetto logistico che operativo, sia alle esigenze del personale che al ricovero dei mezzi. Il nostro territorio non può fare a meno del presidio costante dei Vigili del Fuoco, che sempre hanno dato un importante e fondamentale contributo per la sicurezza delle persone e delle cose e che ringraziamo per il loro impegno e professionalità. Contestualmente sono stati risistemati anche i nuovi locali della sede della
Protezione civile comunale, rendendoli più funzionali e idonei alle esigenze del servizio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova caserma

La sede del distaccamento è stata utilizzata dal 2009 per alcuni anni nei soli mesi estivi. I recenti lavori sono stati finalizzati all’esigenza, espressa dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Ravenna, di completare gli spazi destinati alla sede del distaccamento, per rendere gli ambienti adeguati ad una permanenza continuativa e confortevole durante tutto l’arco dell’anno. La scelta progettuale operata è scaturita dalla valutazione condivisa dell’importanza di avere nell’ambito del territorio Comunale di Cervia la presenza di un presidio permanente di dodici mesi dei Vigili del Fuoco, al fine di garantire un servizio continuativo nel corso dell’intero anno. Il finanziamento complessivo dei lavori, per un totale di 976.500 euro, è in parte a carico dell’amministrazione comunale per un importo di 116.400 euro e della Regione Emilia Romagna che ha riconosciuto al comune un importo di 860.100 euro. L’intervento, oltre all’adeguamento sismico, consiste in varie lavorazioni edili, come la realizzazione di pareti divisorie, della pavimentazione, del completamento dell’impianto termico, dell’impianto elettrico e degli isolamenti termo-acustici. Ridefinite anche alcune destinazioni d’uso nei locali, razionalizzando gli spazi adibiti a servizi igienici, area comune, mensa, zona riscaldamento pasti, uffici e nella sistemazione dell’intero piano primo, per ospitare i nuovi locali necessari per il distaccamento annuale (servizi igienici, spogliatoi, dormitorio donne, dormitorio uomini, ufficio, aula didattica). La parte di fabbricato rimanente al piano terra è destinata ad autorimessa, pertanto adeguata alla normativa antincendio per le autorimesse, compresi i relativi impianti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Il cuore grande dei romagnoli: vacanze in campeggio gratis per medici e infermieri

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

Torna su
RavennaToday è in caricamento