Inaugurato il nuovo scuolabus in servizio a Castel Bolognese

Nella mattinata di martedì il sindaco Daniele Meluzzi ha ufficialmente presentato due importanti investimenti per il miglioramento della fruizione scolastica dei giovani studenti castellani.

Doppia inaugurazione per la scuola elementare "Ginnasi" di Castel Bolognese. Nella mattinata di martedì il sindaco Daniele Meluzzi assieme al presidente dell'Asp della Romagna Faentina Massimo Caroli e al responsabile della ditta "Ricci bus" Bruno Ricci Petitoni hanno ufficialmente presentato due importanti investimenti per il miglioramento della fruizione scolastica dei giovani studenti castellani.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico da quest'anno gli alunni potranno usufruire di un nuovissimo scuolabus. «Un investimento importante che oltre a rendere ancora più sicuro il tragitto tra scuola e casa, oltre a possibili uscite programmate con la stessa scuola, dà un contributo significativo anche all'aspetto ecologico visto che stiamo parlando di un pulmino Euro 6. Il nuovo mezzo - spiega Ricci - aumenterà la capienza portandola fino a 33 unità (il vecchio mezzo aveva 26 unità a sedere). Per quanto riguarda le dotazioni di siurezza tutti i posti a sedere sono dotati di cintura di sicurezza e di poggiatesta oltre ad avere un dispositivo luminoso a led nella parte posteriore che segnala, anche in caso di bassa visibilità, la discesa o salita dei passeggeri». 

Per quanto concerne l'intervento nel plesso delle scuole elementari "Ginnasi" di Castel Bolognese, realtà che oggi ospita dieci diverse classi per un totale di quasi 250 tra alunni e alunne a cui si aggiungono le decine di altri operatori tra corpo docenti e personale ausiliario, questo è stato relativo ad un intervento strutturale finalizzato al miglioramento antisismico. «Lavori - spiega il sindaco Daniele Meluzzi - finanziati dall'Asp, realtà proprietaria dello stabile, che seguono un percorso simile intrapreso dall'amministrazione comunale in tutti i plessi e le strutture che ospitano i nostri alunni e alunne. Siamo orgogliosi oggi di poter offrire e poter avere in città un luogo di studio, di apprendimento e di socializzazione ancora più sicuro. Un investimento in sempre maggiore sicurezza che è obiettivo prioritario di questa amministrazione. Siamo in zona sismica 2 e quindi abbiamo ancora di più il dovere di investire in questo ambito. Una cosa che stiamo facendo e che continueremo a fare anche in futuro».

L'intervento di riqualificazione completa l'importante progetto di manutenzione straordinaria  realizzato dall’Asp della Romagna Faentina dal 2014  ad oggi.
Questo adeguamento sismico, realizzato tra la fine di giugno e la fine di agosto dall’impresa Adriatica Costruzioni Cervese, ha così portato ad un miglioramento strutturale ulteriore del fabbricato scolastico. «L'investimento è stato di 100mila euro - ricorda il presidente dell'Asp della Romagna faentina, Massimo Caroli -. Risorse che si aggiungono a quelle altrettanto spese alcuni anni fa per altri interventi relativi a questo stabile ad uso scolastico che ne aumentano e garantiscono efficacia, sicurezza e confort di studio». 
Infine è stato realizzato un depliant informativo, a disposizione delle famiglie, che spiega in maniera dettagliata quali e quanti interventi sono stati effettuati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

Torna su
RavennaToday è in caricamento