Devastante incendio al camping, le indagini escluderebbero la pista dolosa

A dare l'allarme, nella tarda serata di lunedì intorno alle 22, al 115 sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile

Del bar-ristorante non è rimasto che lo scheletro. A poche ore dal devastante incendio che ha interessato il locale all'interno del camping "Classe" di Lido di Dante, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, affiancati dai tecnici del Vigili del Fuoco, sembrano esser arrivati ad un punto di svolta circa le cause che hanno innescato le fiamme. Le indagini escluderebbero la pista dolosa, inizialmente seguita dagli investigatori. Non sono stati trovati elementi tali da ipotizzare ad un incendio originato dall'esterno per mano piromane. Le cause dell'inferno di fuoco sarebbero quindi di natura accidentale: all'origine forse un corto circuito causato da un malfunzionamento elettrico. L'area danneggiata è coperta da assicurazione. 

continua nella pagina successiva =====> L'INCENDIO: FOTO E VIDEO

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      La bici si spezza nell'impatto: muore travolta da un'auto

    • Cronaca

      Omicidio di Giulia Ballestri: depositata la richiesta di rinvio a giudizio per Matteo Cagnoni

    • Cronaca

      Si vendica con l'auto dell'amico, ma versa la colla sulla vettura sbagliata: denunciato

    • Cronaca

      Non accetta la separazione, pedinamenti e centinaia di telefonate: dovrà stare lontano dall'ex

    I più letti della settimana

    • Dramma sulla Circonvallazione di Faenza: un morto in un terribile frontale contro un camion

    • Faenza, tre nuovi autovelox: ecco dove sono stati installati

    • La bici si spezza nell'impatto: muore travolta da un'auto

    • A14 a Faenza, weekend nerissimo: ancora uno schianto in autostrada - FOTO

    • Travolta da un'auto mentre attraversa: è in gravi condizioni

    • Mancata precedenza, impatto sull'Adriatica: ferite tre persone - FOTO

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento