Devastante incendio al camping, le indagini escluderebbero la pista dolosa

A dare l'allarme, nella tarda serata di lunedì intorno alle 22, al 115 sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile

Del bar-ristorante non è rimasto che lo scheletro. A poche ore dal devastante incendio che ha interessato il locale all'interno del camping "Classe" di Lido di Dante, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, affiancati dai tecnici del Vigili del Fuoco, sembrano esser arrivati ad un punto di svolta circa le cause che hanno innescato le fiamme. Le indagini escluderebbero la pista dolosa, inizialmente seguita dagli investigatori. Non sono stati trovati elementi tali da ipotizzare ad un incendio originato dall'esterno per mano piromane. Le cause dell'inferno di fuoco sarebbero quindi di natura accidentale: all'origine forse un corto circuito causato da un malfunzionamento elettrico. L'area danneggiata è coperta da assicurazione. 

continua nella pagina successiva =====> L'INCENDIO: FOTO E VIDEO

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Follia a Sant'Alberto: dà alle fiamme un'auto, poi travolge due carabinieri

    • Economia

      Inaugurato l'Omc, Eni: "Ravenna per noi è una base fondamentale"

    • Cronaca

      Sotto sequestro conservativo la società "Grand Hotel Cervia"

    • Cronaca

      Stagione balneare al via, fonometri obbligatori per le spiagge: "Contemperiamo le esigenze di tutti"

    I più letti della settimana

    • Sfondano le barriere alla caserma dei Carabinieri: "Abbiamo una bomba a bordo"

    • Vola nel canale, muore intrappolato nell'abitacolo invaso dall'acqua

    • Inseguimento da film con spari sull'E45: i ladri si lanciano col furgone in folle

    • Scoperta una casa del piacere 'trans' a Lido di Savio: arrestato un 46enne

    • Disoccupato da mesi, ma con un alto tenore di vita: era uno spacciatore

    • Brutta carambola tra auto: due feriti, grave una donna

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento